Provincia / Salerno

Commenta Stampa

L’ufficio rimarrà aperto il giovedì pomeriggio

Agropoli, Politiche sociali, istituito lo Sportello Informativo per gli Immigrati


Agropoli, Politiche sociali, istituito lo Sportello Informativo per gli Immigrati
09/11/2010, 11:11

In continuità con le esperienze significative, come il progetto “Voci migranti” e con il progetto “Uguale Cittadinanza”, il Comune di Agropoli, attraverso l’Assessorato alla Solidarietà sociale, istituisce lo Sportello informativo per gli immigrati. «Il naturale processo di integrazione e di inclusione sociale che l’attuale politica in favore degli immigrati richiede – afferma il sindaco Franco Alfieri - può e deve essere favorito attraverso l’espletamento di una serie di servizi alla persona che non si riducono alla semplice erogazione di contributi economici ma che soddisfano anche la crescente richiesta di informazione e chiarificazione delle norme che li riguardano circa l’espletamento delle pratiche burocratiche e/o semplicemente l’accompagnamento nel loro processo di inserimento nella comunità cittadina». «L’amministrazione comunale – commenta l’assessore alla solidarietà sociale, Angelo Coccaro - ha consolidato ormai negli anni un’approfondita esperienza nel campo delle politiche di integrazione dei migranti attraverso interventi puntuali e si pone quale punto di riferimento dell’accoglienza e della solidarietà. La presenza diffusa di popolazione immigrata in città, che supera abbondantemente le mille unità, richiede una azione sempre più efficace di organizzazione». Il nuovo servizio istituito prevede la consulenza sull’attuale ordinamento giuridico in materia di immigrazione attraverso l’informazione e l’espletamento delle pratiche burocratiche, l’aggiornamento circa lo stato di avanzamento delle pratiche in istruttoria, l’accessibilità ai servizi. Lo sportello è a disposizione dell’utenza il giovedì pomeriggio dalle ore 16:00 alle 18:00 presso l’ufficio dell’Assessorato alla solidarietà sociale del Comune.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©