Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Agropoli, protocollo di intesa per il progetto rimozione amianto


Agropoli, protocollo di intesa per il progetto rimozione amianto
07/12/2011, 10:12

Incentivare e sostenere i privati e le aziende per eliminare l’amianto di eventuali siti incontaminati sia attraverso un contributo economico sia attraverso un servizio di bonifica programmato. Sono i principali obiettivi del protocollo di intesa sottoscritto dal sindaco Franco Alfieri, per il Comune di Agropoli, e da Pasquale Del Duca, presidente del circolo Cilento Verde di Legambiente, per la realizzazione del progetto “Rimozione Amianto” sul territorio comunale.

«I costi e l'iter per la bonifica hanno sempre costituto uno scoglio per i tanti cittadini che vorrebbero eliminare l'eternit dai propri fabbricati - afferma il sindaco Franco Alfieri – Il protocollo punta proprio a superare tali ostacoli. La salubrità dell'ambiente nel quale viviamo è un elemento fondamentale per il benessere dei cittadini di Agropoli e proprio a questo punta l'amministrazione che guido».

«Da tempo – spiega per Legambiente Pasquale Del Duca - ci arrivavano sollecitazioni dai cittadini ad attivare iniziative di rimozione dell’amianto presente in vecchie tettoie, canne fumarie, ecc, scoraggiati spesso dai costi elevati di tali interventi. In alcuni casi si è arrivati a discariche abusive di manufatti di amianto. Il progetto che si è avviato, reso possibile dalla disponibilità dell’amministrazione Alfieri, prevede concrete azioni di sostegno a quanti hanno realmente a cuore la salute propria e quella dell’ambiente con un contributo che permetterà a chiunque di effettuare tali bonifiche e nello stesso tempo di abbattere i costi dell’intervento. Tale opportunità, va però precisato, avrà una scadenza semestrale, per cui sarà interesse dei cittadini attivarsi nei tempi giusti per beneficiarne».

Nello specifico, oltre ad azioni di sensibilizzazione ed informazione, il progetto prevede le seguenti fasi: sopralluoghi per individuare la tipologia di intervento da effettuarsi; campionamento ed analisi; bonifica secondo un piano di lavoro da presentare all’Asl; trasporto presso l’isola ecologica; trasporto e smaltimento dei rifiuti presso idonea discarica; certificazione di fine lavori.

Tra gli impegni del Comune di Agropoli la promozione di azione volte alla semplificazione delle procedure di smaltimento dei materiali contenenti amianto e lo stanziamento di un fondo per la realizzazione del progetto. Sarà attivato anche uno sportello informativo che riceverà le richieste dei privati e la possibilità, di sopralluoghi a campione per verificare la corretta esecuzione degli interventi.

Si procederà, inoltre, ad pubblicare una manifestazione di interesse per la selezione della società o dell’impresa che provvederà alle azioni di rimozione dei manufatti di amianto o sostituzione dei tetti eternit con impianti fotovoltaici per i privati e le aziende del territorio che intendono beneficiare degli incentivi speciali introdotti dallo Stato a chi sostituisce le coperture in eternit dei capannoni industriali o agricoli con impianti fotovoltaici.

Legambiente curerà in particolar modo le azioni di promozione dell’iniziativa presso la cittadinanza attraverso incontri pubblici, materiale pubblicitario e convegni e con l’attivazione di un ecosportello presso cui rivolgersi per informazioni e chiarimenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©