Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Agropoli, tra tradizione ed innovazione


Agropoli, tra tradizione ed innovazione
21/10/2011, 10:10

“Agropoli: tra tradizione e innovazione” è il titolo dell’evento enogastronomico in programma il prossimo 26 ottobre 2011 (ore 20.00) presso lo storico locale “U’ Saracino” di Agropoli, promosso dall’amministrazione comunale e dall’assessore allo Sviluppo avv. Eugenio Benevento. L’intento della manifestazione è promuovere le eccellenze cittadine della ristorazione e della produzione agroalimentare. Ospite d’onore e testimonial della kermesse sarà Chiara Maci, giovane blogger di origini agropolesi protagonista di importanti programmi televisivi dedicati alla cucina, in particolare su La7. Presenterà il suo ultimo libro “Sorelle in pentola. In due c’è più gusto”. Saranno presenti giornalisti e critici enogastronomici di rilevanza nazionale.



La serata si svolgerà tra degustazione di piatti tipici, proposti e presentati dai ristoratori agropolesi, ed interviste ad alcuni personaggi storici di Agropoli i quali racconteranno aneddoti e tradizioni del passato.



«L’appuntamento – afferma il sindaco di Agropoli Franco Alfieri - è stato fortemente voluto dall’Amministrazione comunale per promuovere le migliori realtà cittadine che, attraverso la preparazione di piatti tipici, figli della tradizione enogastronomica locale, sono i principali attori dell’offerta e dell’accoglienza turistica. Tale manifestazione vuole offrire una preziosa vetrina ad un settore di fondamentale importanza per il tessuto commerciale ed economico della nostra comunità. Altro obiettivo è stimolare un discorso e una programmazione sinergica tra gli operatori privati».



«“Agropoli: tra tradizione e innovazione” – spiega l’assessore allo sviluppo, Eugenio Benevento - è una manifestazione enogastronomica organizzata con lo scopo di riscoprire non solo i piatti tipici di Agropoli, ma anche le vere tradizioni della nostra città. Ristoranti, pasticcerie e aziende agricole agropolesi, hanno accolto con grande entusiasmo il nostro invito a partecipare all’evento e serviranno pietanze tipiche delle loro cucine, alcune delle quali rivisitate da esperti a livello nazionale in chiave innovativa. In un periodo in cui si sta perdendo il valore della tradizione, quest’evento vuole far riscoprire ai giovani e ai meno giovani usi e costumi del territorio ormai andati perduti. Si vuole altresì promuovere l’eccellenza dei nostri prodotti, che sono diventati una presenza consolidata per gli amanti dei sapori unici ed inimitabili apprezzati dai turisti di tutta Italia. La prima edizione di “Agropoli: tra tradizione e innovazione” rappresenterà il tramite per un’importante unione fra turismo e gastronomia».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©