Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

L'evento religioso nasce per avvicinare i giovani alla fede

Al via la III edizione della "Notte Bianca" a Quarto


Al via la III edizione della 'Notte Bianca' a Quarto
04/11/2010, 20:11

QUARTO (NA) - Venerdì 19, presso la Parrocchia Gesù Divino Maestro a Quarto, si terrà l'edizione 2010 della “Notte bianca”. Giunta alla sua III edizione, la manifestazione, che quest’anno prende il titolo: “la Parola nella Notte”, nasce con l’intento di lanciare un messaggio di speranza e condivisione della fede in Cristo.
“La Parola nella Notte” vuole invitare i giovani a rispondere al messaggio che Giovanni Paolo II dedicò loro: “in realtà, è Gesù che cercate quando sognate la felicità; … è Lui che suscita in voi il desiderio di fare della vostra vita qualcosa di grande, la volontà di seguire un ideale, il rifiuto di lasciarvi inghiottire dalla mediocrità, il coraggio di impegnarvi con umiltà e perseveranza per migliorare voi stessi e la società, rendendola più umana e fraterna. … Non abbiate paura di affidarvi a Lui. Egli vi guiderà, vi darà la forza di seguirlo ogni giorno e in ogni situazione”. L’evento, che si prolungherà tutta la notte fino alle ore 8 del 20 novembre, avrà inizio alle ore 21 del 19 novembre con una celebrazione presieduta dal Parroco, e proseguirà con un programma ricco di momenti di preghiera, adorazione e riflessione individuale e di gruppo, che vedranno il coinvolgimento di tutti i gruppi della parrocchia.
Nella notte si alterneranno 56 lettori, chiamati a leggere di continuo il Vangelo secondo Matteo e gli Atti degli Apostoli.
Saranno 2 i punti di incontro della Notte: la Chiesa dove si potrà ascoltare la Parola, e la Sala “tenda” all’interno della quale si potrà sostare in adorazione ai piedi di Gesù Eucarestia. La preparazione de “la Parola nella Notte” prevede la scelta di lettori che si alterneranno nella proclamazione della Parola e di 10 musicisti che potranno eseguire un canto dopo ogni 6 capitoli letti, da concordare con gli organizzatori dell’evento.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©