Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Secone: "2000 anni fa fermammo Annibale, ora la discarica"

Al via la presentazione del Santuario mariano nella cava

Il vescovo Pascarella esprime apprensione per via Spinelli

Al via la presentazione del Santuario mariano nella cava
31/01/2011, 11:01

QUARTO (NA) - Il vescovo della diocesi di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella, attraverso la nota stampa letta ieri mattina in tutte le funzioni liturgiche domenicali nelle parrocchie della diocesi flegrea, ha espresso la «forte apprensione per la decisione di localizzare nella zona di via Spinelli una discarica», ribadendo l’invito pressante al presidente della Provincia Luigi Cesaro «a tornare indietro su questa decisione». Il vescovo ha ribadito, attraverso il parroco della chiesa del Gesù Divino Maestro, don Gennaro Guardascione, il suo pieno appoggio ai cittadini, ai comitati civici e all’amministrazione comunale che, «pacificamente hanno manifestato e motivato il proprio dissenso». Stamattina alle ore 12 il sindaco Sauro Secone terrà una conferenza stampa insieme a padre Gennaro Guardascione presso la struttura Regina della Pace di via Spinelli, a poche decine di metri dalla cava, per presentare il progetto e il plastico del Santuario mariano, l’unico che sorgerà nella zona flegrea e finanziato con i fondi dell’otto per mille, i cui lavori inizieranno entro l’estate nell’area a ridosso delle cave indicate come sede di discarica. «Il presidio mobile dell'amministrazione comunale presso la cava continuerà a tempo indeterminato, ossia fino a quando non si chiuderà in maniera certa questo capitolo – sottolinea il sindaco Secone – E’ una battaglia che vede al fianco dell’amministrazione e dei comitati civici anche tutti i partiti politici. Come recita un manifesto affisso per le strade di Quarto, duemila anni fa da queste parti riuscimmo a fermare Annibale, adesso fermeremo gli autocompattatori per la discarica. A via Spinelli sorgerà un Santuario e non una discarica».

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©