Provincia / Nola

Commenta Stampa

Al via la V edizione del “Premio Paoliniano”


Al via la V edizione del “Premio Paoliniano”
31/05/2012, 12:05

Al via la V edizione del “Premio Paoliniano”. Ritorna giugno e, con esso, anche l’immancabile appuntamento con il “Premio Paoliniano”.  L’evento, giunto alla V edizione, organizzato dall’omonima Associazione con il patrocinio dell’Assessorato ai Beni Culturali dell’Ente di piazza Duomo, è in programma domani, venerdì 1 giugno 2012, alle ore 20.30, presso il Teatro Umberto di Nola.

Come consuetudine, in quella occasione saranno premiate le “eccellenze” che hanno fatto grande la Storia della Festa dei Gigli nel corso degli anni. Un omaggio a coloro che, con il loro operato, hanno contribuito alla crescita di una kermesse conosciuta a livello internazionale. E quella targata 2012 si annuncia un’edizione del tutto particolare che, tra amarcord e musica, conferirà riconoscimenti anche a tre personaggi, diversi tra loro, scomparsi recentemente: Paolino Giampietro, storico progettista dei Gigli, Salvatore Esposito Pipariello, commediografo in ricordo del quale sarà presentato in anteprima la XXXI edizione dell’Annuario, e l’ex sindaco Felice Napolitano. Riconoscimenti anche al Leo Club “Giordano Bruno” di Nola per l’impegno profuso nel corso dell’anno in campo sociale, culturale e della solidarietà. Una manifestazione che si fregerà inoltre della presenza dello scrittore–attore Peppe Lanzetta, autore del libro “Pane e Peperoni” che, con le sue incursioni, animerà l’intera serata. Un testo quest’ultimo che ripercorre la vita e la carriera del noto personaggio televisivo e teatrale che, nel pomeriggio, alle ore 18.30, sarà presentato presso i locali della Libreria Guida di vico Duomo.

“E’ un onore, oltre che un piacere, annunciare un evento atteso da tutti in Città – ha dichiarato il consigliere comunale Vincenzo Iovino, tra gli organizzatori della kermesse –. Una manifestazione nata appena cinque anni che punta a riscoprire le “eccellenze” della nostra amata Festa. Certo, ogni anno non è semplice individuare i personaggi da premiare; la nostra Festa è millenaria e le persone che l’hanno amata, valorizzandola con il loro prezioso contributo, sono veramente tante. Cerchiamo di non dimenticare nessuno riscoprendo di volta in volta aneddoti diversi e caratterizzanti. Quest’anno poi è un anno decisamente particolare, all’insegna del ricordo assoluto. Credetemi, sarà una edizione davvero emozionante con la riscoperta di quei valori grazie ai quali oggi vantiamo una tradizione straordinaria”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©