Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Il parere dell'U.O. di Alcologia dell'Asl Na 2 Nord

Alcol, emergenza sociale ed economica


Alcol, emergenza sociale ed economica
25/08/2010, 17:08

POZZUOLI (NA) - E’ entrato in vigore il nuovo Codice della strada; la legge 120 del 29 luglio 2010 ha cambiato 80 articoli per porre un freno agli incidenti stradali.
A partire dal 30 luglio scorso sono state rese operative alcune norme della legge che più incidono sui livelli di sicurezza, attraverso l’inasprimento di alcune sanzioni.
In particolare in Italia è emerso che circa 30mila morti sono legate direttamente all’alcol, una piaga sociale mondiale che ogni anno causa ormai milioni di vittime. Così contro l’alcolismo e le stragi del sabato sera sono previste sanzioni per chi infrange le regole e ritiro della patente dopo tre infrazioni.
Le novità principali per quel che riguarda l’uso /abuso di alcol e droga sono: zero alcol per neopatentati e conducenti professionali, in particolare è previsto il divieto assoluto per i giovani in possesso della patente di guida da almeno tre anni e per tutti coloro che sono al volante per motivi di lavoro. Gli interessati, inoltre, dovranno sottoporsi per il rinnovo della patente a test antidroga. Nel caso in cui i conducenti con patente professionale siano stati colti in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, c’è il ritiro della patente e questo costituisce "giusta causa di licenziamento". Sempre per quel che concerne l’alcol salgono le sanzioni per tutti e arriva il divieto alla vendita di alcolici nei locali pubblici dalle 3 alle 6 del mattino. Infine, niente superalcolici in autogrill dalle 22 alle 6 ed etilometro presente in tutti i ristoranti.
E’ un dato statistico ormai certo- spiega la responsabile dell’U.O di Alcologia, la dottoressa Monica Vanni - che al di là delle patologie conseguenti all’abuso di alcol, gran parte delle giovani vittime degli incidenti stradali più gravi hanno perso la vita perché il conducente aveva bevuto qualche drink".
"Il nuovo codice della strada- prosegue la dottoressa Monica Vanni - è una legge che oltre ad elevare i livelli di sicurezza stradale determinando la diminuzione del numero delle vittime, favorisce la prevenzione dei rischi per la salute da consumo di alcol. Finalmente anche le Istituzioni hanno preso coscienza di quanto l’uso/abuso di alcol e di droga sia un problema non solo personale ma anche e soprattutto sociale. Si stanno facendo dei passi in avanti in materia di alcol e sicurezza stradale, ma la strada da percorrere è ancora lunga".
Un messaggio che segue il grido d'allarme lanciato dal referente flegreo dell'Associazione Familiari e Vittime della Strada, Alessandro Petrosino, riguardo l'intervento degli enti nell'area dei Campi Ardenti.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©