Provincia / Nola

Commenta Stampa

Alvino (Pdl), Università di Nola: “Finalmente discesa in campo delle amministrazioni locali”


Alvino (Pdl), Università di Nola: “Finalmente discesa in campo delle amministrazioni locali”
03/03/2011, 14:03

“Era ora che i sindaci dell’agro nolano si attivassero per scongiurare il rischio chiusura dell’Università a Nola. Ora si faccia in modo che venga garantita la presenza di un importante polo formativo-culturale a circa seimila studenti”. Lo dichiara Federico Alvino, preside della facoltà di Giurisprudenza dell’Università Parthenope e consigliere comunale di Napoli in quota Pdl. “A causa dello scioglimento del Consiglio comunale non ho potuto presenziare all’iniziativa svolta a Camposano nella sede dell’Agenzia di sviluppo, che ha visto la massiccia partecipazione dei sindaci del nolano – dice Alvino – ma prendo atto che l’incontro di ieri, dopo i fallimentari tentativi di coinvolgere le amministrazioni locali per salvare l’università a Nola, rappresenta un importante passo avanti per i nostri studenti, di cui l’80% proviene dal territorio nolano e vesuviano”. “Già a dicembre – ricorda Alvino – nel corso di un convegno intitolato “L’Università a Nola tra riforma Gelmini e sostegno del territorio” lanciammo l’allarme sulla necessità di assicurare l’esistenza di quella facoltà che, nata dieci anni fa, continua a mantenere un numero di mille iscritti l’anno. Ma in quella sede registrammo la presenza di appena otto primi cittadini rispetto ai quaranta che sono alla guida dei comuni dell’area. Ora, invece, c’è stata la massiccia partecipazione delle amministrazioni locali, con cui lavoreremo in sinergia per salvare l’ateneo di Nola”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©