Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Indagine tra gli esercizi commerciali del centro città

Anche a Caserta la crisi colpisce la classe media

Crisi dei piccoli e medi consumatori,chi spende spende tanto

.

Anche a Caserta la crisi colpisce la classe media
23/12/2010, 17:12

CASERTA - Un'intera giornata tra le vie del centro casertano con l'intento di sondare il tenore degli affari, per commercianti e consumatori, registrato durante il periodo natalizio. Lo spaccato cittadino conferma quella che può tranquillamente inquadrarsi come una tendenza nazionale e, probabilmente, globale: la classe media, quella dei ragali generosi ma non troppo, appare sempre meno disposta a spendere. Al contrario, chi è dotato di potere d'acquisto considerevole, riempie fino a farli straripare i negozi dove un singolo maglione arriva a costare anche 200 euro.
Il trend è confermato anche dai vari esercizi commerciali: quelli che vendono prodotti e servizi riservati al consumatore medio, registrano una flessione anche considerevole (fino al 30%) degli incassi rispetto allo stesso periodo del 2009 e del 2008.
I negozi rivolti ai benestanti, invece, parlano addirittura di un incremento che, anche se non eccessivo, è facilmente riscontrabile. I commercianti di Via Mazzini, tutti più o meno esasperati per la gestione tradizionalmente anarchica della cosiddetta "ZTL" (abbiamo incrociato Mario D'Anna intento a far spostare una Mercedes parcheggiata proprio davanti alle vetrine di uno dei suoi negozi) vedono i propri esercizi più o meno pieni a seconda del tipo di target al quale si rivolgono. La morale, almeno da questa prima uscita sondaggistica, sembra essere semplice: chi godeva di buone disponibilità economiche spende e anche di più degli anni passati; chi invece riusciva a cavarsela fino a qualche Natale fa, sembra preferire il risparmio e, probabilmente, la vasta gamma di prodotti venduti nei grossi centri commerciali e nei vari outlet da poco aperti appena fuori dalla Città.

Nel video allegato le interviste ai commercianti.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©