Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Angri. Sindaco evita arresto per vicenda Soget


Angri. Sindaco evita arresto per vicenda Soget
05/09/2012, 12:05

Una vera bomba sulla cittadina angrese che si desta dal lungo torpore estivo impattando con tutte le prime pagine dei maggiori quotidiani locali e nazionali che hanno riportato la notizia del mancato arresto del primo cittadino di Angri, Pasquale Mauri. Una notizia che da giorni era nell’aria e che si è concretizzata nella giornata di ieri quando il pubblico ministero del tribunale di Nocera Inferiore, titolare dell’inchiesta che vede coinvolto il Mauri nell’affare Soget per la presunta assunzione del figlio, ha firmato la richiesta di arresto. Secondo quanto riportato dai quotidiani, il sindaco è indagato per corruzione in concorso con la legale rappresentate della società di Pescara. La richiesta è stata rigettata dal Gip Scermino, almeno per ora, il quale ha ritenuto non sussistenti i motivi a corredo della misura cautelare. Ma la vicenda giudiziaria sembra tutt’altro che conclusa. Il PM, infatti ha ricorso contro la decisione ed ora della vicenda viene investita Salerno che potrebbe pronunciarsi. Ore drammatiche in città, dove la gente, appresa l'ennesima notizia negativa, inizia a chiedersi quali sono gli esatti contorni della vicenda che ha visto coinvolto nell’assunzione il figlio del sindaco, senza selezione pubblica, presso la società abruzzese che poi si era aggiudicata, con un aggio discutibile del 30%, la riscossione dei tributi, avvenuta senza avviso pubblico. Per il momento le opposizioni cittadine tacciono sulla delicata vicenda anche se in tanti nella cittadina auspicano che a questo punto Mauri faccia un passo indietro e si dimetta per difendersi dalle accuse che arrivano dalle Procure della provincia.

Commenta Stampa
di Rocco Papa
Riproduzione riservata ©