Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Antonio Amato: sfiducia alla Iervolino, cambiale elettorale da far pagare ai cittadini


Antonio Amato: sfiducia alla Iervolino, cambiale elettorale da far pagare ai cittadini
02/03/2011, 16:03

«In questa mozione di sfiducia c’è tutta la cultura istituzionale del centro destra» lo afferma in una nota il consigliere regionale del PD e coordinatore provinciale di Area Democratica Antonio Amato «il senso propagandistico di una mozione presentata a due mesi dalla chiusura della consiliatura è palese, e se si sono raggiunte le 31 firme è solo per la compravendita di consiglieri uscenti cui è stata promessa la ricandidatura nelle liste del Centro Destra. Il metodo berlusconiano trasposto in scala comunale ci dice molto sulla statura di questa Destra. La mia piena solidarietà al Sindaco Iervolino, anche di fronte ad attacchi indegni e indecorosi come quello di Laboccetta, per il forte senso istituzionale che ha sempre dimostrato. Sono stato spesso critico con le scelte dell’amministrazione, ma nessuno, di fronte alla storia personale politica del Sindaco, può permettersi di dubitarne onestà, senso dello stato e capacità. A livello nazionale e locale, il berlusconismo ed il cosentinismo hanno raggiunto un vero e proprio livello di indecenza. La mozione farà il suo corso» conclude Amato «per noi sarà comunque un primo spunto per la prossima campagna elettorale: lasciare la nostra città senza la rappresentanza democratica eletta dal popolo, a due mesi dal naturale scioglimento del consesso comunale, rappresenta solo una cambiale elettorale che questi signori hanno deciso di far pagare ai cittadini»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©