Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Dopo la chiusura del reparto per i decessi registrati

Aorn Caserta, Cardiochirurgia: ispezione parlamentari Pdl

Intanto, la Dia acquisce gli atti degli appalti assegnati

.

Aorn Caserta, Cardiochirurgia: ispezione parlamentari Pdl
28/03/2013, 11:21

CASERTA - “La Commissione parlamentare di Inchiesta sulla efficacia e l’efficienza del servizio sanitario nazionale si occuperà del caso della chiusura del reparto di terapia intensiva cardiochirurgica dell’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta”. Ad annunciarlo i parlamentari del Pdl Giovanna Petrenga, Carlo Sarro e Vincenzo D’Anna che si sono recati presso l’Azienda Ospedaliera di Caserta per acquisire informazioni, circa le ragioni della chiusura del reparto di terapia intensiva cardiochirurgica, a seguito dei decessi verificatisi nel recente passato. La delegazione parlamentare è stata ricevuta dal direttore generale Francesco Bottino e da alcuni primari, in assenza del direttore sanitario. I responsabili della struttura hanno consegnato agli esponenti del Pdl un documentato dossier dal quale emerge che la sospensione dei ricoveri si è resa indispensabile a seguito delle carenze strutturali e dell’alterazione delle procedure operative riscontrate dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università Federico II di Napoli, intervenuto proprio su sollecitazione dei vertici dell’Ospedale casertano. “Con la visita di ieri mattina – hanno affermato i parlamentari del Pdl - intendiamo accendere un faro su una vicenda molto seria, dalla quale derivano evidenti disagi per gli utenti del nosocomio casertano. È indispensabile che si faccia tutto il possibile per restituire ai cittadini di Caserta e dell’intera provincia, nel più breve tempo, un presidio sanitario di fondamentale importanza, quale è il reparto di terapia intensiva cardiochirurgica”. Dall’azienda ospedaliera che, nella giornata di ieri ha ricevuto anche la visita della Direzione Investigativa Antimafia per l’acquisizione di atti e documentazione relativi ad alcuni appalti assegnati dal 2006 ad oggi, fanno sapere che per quanto concerne la Terapia Intensiva Cardiochirurgica ulteriori indicazioni tecniche saranno fornite dopo una particolareggiata relazione sanitaria fornita dal Direttore del Dipartimento di Scienze Cardiologiche e Vascolari professor Luigi Piazza e dal Direttore Sanitario dottor Diego Paternosto.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©

Correlati