Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Nicola Pedana è stato bloccato dalla Polizia a Villa Literno

Arrestato il “braccio destro” dell’armiere dei Casalesi

E’ stato condannato nell’ambito del processo “Spartacus”

.

Arrestato il “braccio destro” dell’armiere dei Casalesi
06/12/2012, 11:40

VILLA LITERNO - Un affiliato di spicco del clan dei Casalesi, Raffaele Pedana, di 63 anni, è stato arrestato dalla Squadra Mobile della Questura di Caserta che lo ha rintracciato e bloccato sul territorio di Villa Literno, al termine di una serie di pedinamenti e di appostamenti. Ma procediamo con ordine. Pedana deve scontare una pena di tre anni, due mesi e sette giorni di reclusione che gli è stata comminata, lo scorso 4 dicembre, dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli per reati di associazione per delinquere di stampo mafioso. La condanna gli é stata inflitta nell’ambito dell’operazione denominata “Spartacus” condotta contro la cosca di Casal di Principe e che ha visto, negli anni, la decimazione dei capi storici della stessa. Dalle risultanze investigative della Squadra Mobile di Caserta, risulta che Pedana sia da ritenere “un elemento di spicco del potente clan dei Casalesi, indicato da diversi collaboratori di giustizia, tra cui Carmine Schiavone, storico pentito della camorra casertana, pienamente inserito nel citato clan. In particolare, Pedana, come confermato dalle indagini della Squadra Mobile, viene ritenuto braccio destro di Adolfo Ucciero, capo dell’omonima fazione ed incaricato alla custodia delle armi del clan e già coinvolto nel tentato omicidio di Sebastiano Ucciero, altro esponente di spicco del clan.

 

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©