Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

I cittadini di Monterusciello sul piede di guerra

Aumentano i raid vandalici nella pista ciclabile

Le giostre sono state distrutte e le ringhiere divelte

Aumentano i raid vandalici nella pista ciclabile
25/04/2011, 15:04

POZZUOLI (NA) - Rifiuti, erba incolta e lampioni non funzionanti: si accendono i riflettori e l’area appare nel più totale squallore. Si tratta della pista ciclabile di Monterusciello, ubicata tra via Viviani e via Ungaretti. Lo spazio verde, realizzato per dare la possibilità ai piccoli di divertirsi e agli adulti di passeggiare o praticare sport, necessita ormai da anni di una difesa della sua dignità.
Da giorni altre giostre dell’area giochi sono state, infatti, abbattute al suolo; prima lo scivolo e ora a distanza di settimane anche le altalene mostrano tutta la propria precarietà. “L’area viene gestita in maniera superficiale e poco razionale – denuncia una residente della zona – Non vengono mai attuati interventi mirati ad una sua valorizzazione. Purtroppo in questa cittadina non ci sono altri spazi in cui possiamo portare i nostri bambini, quindi siamo costretti a venire qui e a far attenzione ad ogni minimo movimento dei nostri piccoli”. Il polmone verde del megaquartiere popolare presenta, infatti, ferri divelti ed arrugginiti; un rischio costante per i bambini e per gli altri utenti dell’area. Si tratta di uno spazio trascurato, dove il verde viene curato minimamente e quindi non considerato una risorsa fondamentale per la salute dei suoi abitanti. Pur essendo molto visitata, la pista ciclabile non presenta i cestini per i rifiuti e ciò naturalmente sta aggravando ancora di più le già precarie condizioni igieniche di questo piccolo polmone verde. Il problema principale, che accomuna poi un po' tutte le aree aperte di Monterusciello, è sicuramente la cattiva manutenzione, che va dalla pulizia molto saltuaria al taglio dell'erba poco praticato. Inoltre lo spazio continua ad essere incustodito, senza un cancello che possa essere chiuso di notte. “Capita spesso che la sera si aggirino nella pista giovani in sella ai motorini e che bivacchino tutto il tempo – denuncia un cittadino, che ogni giorno si reca nella pista di via Viviani per un po’ di sano footing - Sarebbe conveniente ricorrere a delle recinzioni; le poche esistenti sono completamente divelte e barcollanti”.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©