Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Ci saranno solo tre dirigenze scolastiche

Bacoli, parte il piano di dimensionamento scolastico

Il sindaco: "La proposta non tocca l'offerta formativa"

Bacoli, parte il piano di dimensionamento scolastico
04/11/2011, 09:11

BACOLI (NA) - Parte il piano di dimensionamento scolastico per l’anno 2012/2013. Il comune di Bacoli, attenendosi alle linee guida approvate dalla Giunta Regionale con delibera n.435 del 09.08.11 che detta “criteri, parametri e procedure per il dimensionamento scolastico”, ha approvato con delibera di Giunta dello scorso 21 ottobre la proposta che prevede la presenza sul territorio cittadino di tre dirigenze scolastiche anziché cinque. Tre dirigenze che assicureranno quel “criterio di verticalità” messo in atto per garantire un processo di continuità didattica nell’ambito dello stesso ciclo di istruzione, infanzia, primaria e scuola secondaria di I grado e che saranno costituite dal “Paolo Tarso”, “Plinio il Vecchio” e “Antonio Gramsci”. «Una proposta che non toccherà assolutamente l’offerta formativa – tiene a precisare il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano – Da questo punto di vista mi preme tranquillizzare genitori e alunni perché voglio che il concetto sia chiaro. Anzi, la soluzione andrà a migliorare l’offerta formativa creando una maggiore omogeneità. Il compito mio e della mia amministrazione è di tutelare sempre i giovani studenti che rappresentano il nostro futuro». Razionalizzazione dei punti di erogazione dei servizi (plessi, sezioni staccate, succursali) tesa ad una maggiore efficacia del servizio scolastico e dei servizi connessi (trasporti, mense e laboratori); caratteristiche demografiche, orografiche, economiche e socio-culturali del bacino di utenza; attenzione verso quelle aree del territorio dove si manifestano maggiormente fenomeni di esclusione sociale, di devianza giovanile e criminalità minorile; l’omogeneità tra bacino d’utenza e orografia territoriale nella definizione degli accorpamenti tra direzioni didattiche e scuole secondarie di I grado. Questi i criteri ai quali l’amministrazione Schiano si è attenuta per tracciare il piano di dimensionamento scolastico. «Quello proposto è un dimensionamento e non un accorpamento” tiene a precisare l’assessore alla Pubblica Istruzione del comune di Bacoli Monica Carannante – E la cosa che voglio sottolineare è che non si rischiano doppi turni, così come non saranno toccati i posti di lavoro né saranno toccati gli spazi per i ragazzi. Il messaggio deve essere chiaro, meglio avere 3 dirigenze scolastiche che funzionano bene, anziché averne 5 che funzionano così così. Inoltre l’alienazione degli edifici che comporterà il vincolo di destinazione delle risorse incamerate, per la ristrutturazione e la messa in sicurezza degli edifici scolastici Gramsci e Plinio il Vecchio».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©