Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Bacoli, piantati 300 alberi nella sede della Guardia di Finanza

Festa dell'albero 2011, coinvolti i bambini delle scuole

Bacoli, piantati 300 alberi nella sede della Guardia di Finanza
23/11/2011, 16:11

BACOLI (NA) - Trecento alberelli piantati dai bambini delle scuole di Bacoli in segno di unione tra la natura e le future generazioni. Con questo spirito si è svolta questa mattina presso la sede della Guardia di Finanza di Miseno la “Festa dell’albero 2011”. La manifestazione è stata organizzata dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Ambiente del Comune di Bacoli, dall’associazione culturale “Laboratorio Cumano”, dal corpo locale della Guardia di Finanza, dall’Ente Parco e dalla Guardia Forestale. Una festa per bambini ma anche per i più grandi che hanno accompagnato gli alunni del primo circolo didattico “G. Marconi”, del secondo circolo didattico “Bellavista”, dell’istituto “Paolo di Tarso” e dell’istituto “Plinio il Vecchio”. Oltre cento giovani studenti che si sono esibiti con rappresentazioni musicali e artistiche insieme ai militari delle Fiamme Gialle che a loro volta hanno dato via a dimostrazioni ed esercitazioni con unità cinofile. Una giornata di festa condita da un momento di grande commozione quando l’orchestra dell’istituto “Paolo di Tarso” ha suonato l’inno di Mameli che ha accompagnato l’alzata del tricolore nello spiazzale della caserma «Questo è un momento importante che unisce e fortifica il rapporto tra le istituzioni – ha detto il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano rivolgendosi ai bambini - C’è bisogno di una cultura del rispetto dell’ambiente che purtroppo oggi manca e i tanti casi di dissesto idrogeologico e di deforestazione ne sono un esempio. Vogliamo creare in voi quella sensibilità verso la natura che forse noi adulti non siamo stati capaci di avere». Insieme al primo cittadino ha fatto gli onori di casa il Tenente Colonnello Biagio Looz, comandante del reparto tecnico di supporto della Guardia di Finanza di Napoli – Comprensorio logistico di Miseno «Questa manifestazione è nata in maniera del tutto spontanea – spiega - Noi come Guardia di Finanza volevamo dare un contributo alla città. I giovani e gli alberi hanno qualcosa in comune, il verde che rappresenta il colore della speranza».

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©