Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Bagnoli, riaperta l'area ex Nato


Bagnoli, riaperta l'area ex Nato
02/12/2013, 10:48

BAGNOLI - Nonostante il freddo, la pioggia ed il vento la gente di Bagnoli si è riversata nell'area ex Nato riaperta oggi alla città con una 'passeggiata' dal sindaco Luigi De Magistris, dopo essere stata blindata per 60 anni dal filo spinato a dalle armi spianate dei soldati del Comando Interforze. E' il primo passo per preparare un futuro diverso in cui il parco di Bagnoli - già attrezzato con  impianti sportivi, teatro, chiesa ed una serie di palazzine utilizzate per gli uffici militari, tutti perfettamente funzionanti - possa essere utilizzato dai cittadini e restituito a quelle funzioni sociali per le quali, prima della seconda guerra mondiale, era stato costruito. Le linee-guida di questa nuova vita dell' ex collegio Costanzo Ciano sono contenute nel protocollo sottoscritto dal Comune di Napoli e dalla Fondazione Banco di Napoli per l'Assistenza all'Infanzia.
"Per sessant'anni qui ci sono stati i militari - ha osservato De Magistris - si sono decise le guerre, c'è stato un poligono di tiro. Oggi vi fa ingresso la città, Napoli, con le sue complessità e le sue energie positive, e sarà proprio la città, Napoli, a decidere cosa fare in questo luogo, e lo deciderà dal basso. Sicuramente ci sarà cultura, educazione, lavoro, saperi. Oggi si sta scrivendo una bellissima pagina, sono molto emozionato".
De Magistris si è trattenuto a lungo tra la gente, ha risposto alle domande dei cittadini ed ha provato a soddisfare la loro curiosità sul destino dell'area. In tantissimi sono arrivati a piedi ed in bicicletta nella ex cittadella  militare, nella speranza che dopo l'apertura simbolica del pesante cancello in ferro ce ne possa essere molto presto una definitiva.
"L'amministrazione - ha detto il sindaco - ha preservato questa area da speculazioni e l'ha restituita alla città, questo è un grandissimo risultato e non è affatto un risultato scontato. Ringrazio, perciò, anche la Fondazione Banco di Napoli per l'Assistenza all'Infanzia. Noi abbiamo una idea sul futuro di questa area, ma vogliamo decidere con i cittadini, perciò faremo delle iniziative pubbliche, e la città, soprattutto gli abitanti di Bagnoli, deciderà cosa fare. È una compensazione importante per un territorio che ha tanto sofferto in questi anni. Qui c'è la possibilità di partire subito: abbiamo già scuole, teatri, centri della conoscenza''. ''Questo progetto - ha aggiunto De Magistris - si realizzerà dunque già nei prossimi mesi e sarà al servizio di tutta Napoli. Si tratta di una sfida che i napoletani vinceranno: un sito di 100 mila metri quadri a disposizione della città e che coinvolge, oltre a Bagnoli, anche Agnano, Cavalleggeri Aosta, la zona flegrea, Pozzuoli, Fuorigrotta, Pianura, Soccavo".  "Un'occasione storica per Napoli - ha concluso il sindaco - che non ha mai avuto a disposizione un'area così grande, da poter organizzare nell'interesse esclusivo della collettività. Questo può essere, poi, un luogo di attrazione per tutti i giovani che vengono a Napoli, un campus aperto. Da oggi aspettiamo le proposte dei cittadini, perchè qui c'è posto per tutti".
"La collaborazione istituzionale che si è instaurata tra la Fondazione ed il Comune di Napoli - ha osservato il Commissario Regionale della Fondazione Banco di Napoli per l'Assistenza all'Infanzia, Lidia Genovese - consentirà una diversa ed immediata utilizzazione del complesso, con una particolare attenzione al quartiere e soprattutto ai bambini. L'auspicio è quello di realizzare una stabile sinergia istituzionale, che possa coinvolgere altri soggetti e divenire, nello stesso tempo, un modello di cooperazione e di buona amministrazione che consentirà alla Fondazione di proseguire la sua pluridecennale opera di assistenza all'infanzia, nell'interesse dei bambini e del territorio".
Dopo la visita effettuata in compagnia del sindaco e dell'Assessore alle Politiche Urbane, Carmine Piscopo la  giornata è proseguita con attività ludico-ricreative, degustazioni enogastronomiche e bike tour. Alle 17.00 un intervento di Erri De Luca e dalle 17.30 musica dal vivo, con l'esibizione di Edoardo Bennato e di altre band fortemente legate al quartiere di Bagnoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©