Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Benevento. Accertata la segnalazione di un utente del servizio mensa


Benevento. Accertata la segnalazione di un utente del servizio mensa
22/03/2012, 12:03

Benevento, 22 marzo 2012 – In merito alle lamentele segnalate da un genitore/utente del servizio di mensa scolastica realizzato per conto del Comune da una ditta privata, si precisa che riscontri ed accertamenti realizzati hanno consentito di appurare che il ritardo accumulato nel pagamento delle spettanze è riferibile ad un periodo di giorni 21.

Inoltre, per avvisare dell’interruzione del servizio mensa a causa della pregressa morosità era stato inviato apposito sms in data 15 marzo: nel testo la precisazione che a partire dal giorno 20 dello stesso mese non sarebbe stata garantita la fornitura dei pasti.

Il pagamento degli arretrati, avvenuto solo il 20 marzo alle ore 17:06, era già di per sé in ulteriore violazione delle scadenze indicate.

Nella mattinata di ieri, l’utente è stato reintrodotto nel sistema di gestione informatica del servizio, ma appena dopo l’orario di prenotazione dei pasti che avviene in maniera simultanea per 2.400 cittadini e che resta fissato non oltre le ore 9.30. Comunque la regolarità dei pasti per l’utente in questione viene assicurata già a partire dalla giornata di oggi.

“Sono fermamente convinto – ha dichiarato l’assessore ai Servizi Sociali, Luigi Scarinzi – che il caso in esame indichi una serie di prescrizioni a tutti i protagonisti del servizio mensa. Dal Comune, ente che affida il servizio all’esterno ma che deve rimanere impegnato nel controllo rigoroso degli standard qualitativi; alla ditta privata che garantisce un giusto grado di tolleranza per prevenire disguidi o cattivi funzionamenti dell’organizzazione; fino agli utenti che devono assicurare il rispetto dei termini necessari ad un’organizzazione razionale ed efficiente delle mense: termini e scadenze ampiamente noti”.

“Si tratta di un servizio – ha concluso l’assessore Scarinzi – che per la delicatezza intrinseca, e per l’importanza dell’utenza a cui è riservato, richiede anche agli organi di informazione una dose supplementare di valutazione delle immancabili lamentele e segnalazioni, che possono risultare utili a testare il grado di risposta della macchina allestita”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©