Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Benevento. PIU Europa, parte il progetto "Paritaria" per i servizi agli anziani


Benevento. PIU Europa, parte il progetto 'Paritaria' per i servizi agli anziani
27/09/2011, 10:09

Benevento, 27 settembre 2011 - Il Comune di Benevento ha aggiudicato l’appalto per la realizzazione del progetto “Paritaria”, uno dei 13 interventi previsti nell’ambito del programma “PIU Europa”, che prevede l’istituzione di nuovi servizi destinati agli anziani.

Il bando, è stato aggiudicato ad una ATI (Associazione Temporanea d’Impresa), la cui ditta capofila, la Protom Group SpA di Napoli, ha presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa. La ditta aggiudicataria dovrà gestire il progetto, che sarà realizzato in 2 anni con l’ideazione e la costruzione di una serie di percorsi per favorire l’invecchiamento attivo della popolazione.

“Seguendo le direttive europee sulle strategie che gli enti territoriali devono adottare per favorire l’invecchiamento attivo della popolazione, - ha spiegato l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Benevento, Luigi Scarinzi - il Comune di Benevento ha realizzato il progetto “Paritaria”, che mira ad istituire sul nostro territorio una serie di servizi ed iniziative rivolte agli anziani.

L’obiettivo perseguito è invertire il sentire comune ed il ruolo delle persone anziane nella nostra comunità, che non vanno considerati come una fascia disagiata, destinataria esclusivamente di cure assistenziali, bensì individui impegnati, in grado di fornire il proprio contributo tecnico, umano, professionale alla società in cui vivono. Si tratta di attivare servizi, strumenti e percorsi per impedire che la cessazione dell’attività lavorativa comporti un disimpegno sociale e relazionale.

Il progetto Paritaria non si rivolge però solo agli anziani ma includerà iniziative destinate a tutte le categorie sociali più svantaggiate come donne o giovani, per favorire il superamento delle barriere che creano discriminazioni sociali legate al mondo del lavoro. Le persone che per raggiungimento del limite di età sono in pensione, possono diventare una risorsa importante per la nostra comunità, contribuendo alla creazione di servizi che altrimenti non potrebbero esistere. Immaginiamo - ha concluso l’assessore - l’importanza del contributo che gli anziani potrebbero dare alla rete dei servizi di cure per le famiglie ed i minori, per consentire, ad esempio, alle mamme di conciliare meglio i tempi di vita e di lavoro”.

“Paritaria” sarà realizzato in diverse fasi attraverso l’istituzione di un Centro Operativo, che si occuperà di raccordare e seguire tutte le iniziative avviate nell’ambito del progetto, fornendo informazioni e supporto alla cittadinanza tramite una rete di sportelli distribuiti sul territorio, che saranno preferibilmente gestiti da anziani.

Il Centro Operativo, al cui interno saranno attivati alcuni laboratori artigianali, si occuperà inoltre della creazione e della gestione di una “Banca Dati Anziani Attivi” a cui far riferimento per qualsiasi iniziativa. Sarà creata infine una “Banca del Tempo”, un istituto in gli cui associati si scambiano gratuitamente del tempo per realizzare e ricevere opere di cui si è competenti.

Nell’ambito del progetto “Paritaria” sarà inoltre bandito un “Concorso di idee”, per selezionare proposte da trasformare in servizi connessi all’invecchiamento attivo. Gli anziani saranno incentivati a partecipare al concorso per proporre attività da realizzare. Una apposita commissione individuerà i temi del bando, valuterà le idee, redigendo a conclusione del percorso un catalogo che sarà pubblicato.

Infine, per informare la popolazione, le istituzioni e gli altri attori locali sulla problematica dell’invecchiamento attivo, e sensibilizzarli rispetto alla migliore realizzazione del progetto “Paritaria” e sui servizi attivati, saranno organizzati una serie di incontri, convegni e seminari.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©