Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Benevento. Stamani don Luigi Ciotti è stato ricevuto dal sindaco a Palazzo Mosti


Benevento. Stamani don Luigi Ciotti è stato ricevuto dal sindaco a Palazzo Mosti
19/01/2012, 14:01

Benevento, 19 gennaio 2011 – Don Luigi Ciotti, presidente di "Libera - Associazioni, nomi e numeri contro le mafie", è stato stamani in visita a Palazzo Mosti. A riceverlo è stato il sindaco, Fausto Pepe, che ha dichiarato: “E’ per noi motivo di estremo orgoglio ospitare don Ciotti a Benevento. Si tratta, infatti, di uno degli incontri più importanti che un sindaco può fare nel corso del suo percorso amministrativo perché, attraverso la sua attività, don Ciotti conduce battaglie di grande valore etico. E, soprattutto, perché rappresenta un’importante alternativa alla standardizzazione al ribasso a cui stiamo assistendo nel paese negli ultimi anni”.

Il presidente di Libera, a sua volta, ha spiegato di aver accolto con piacere l’invito a partecipare ad un convegno nel capoluogo sannita la cui Università, va ricordato, “è stata la prima in Italia ad aver attivato un master sulla gestione dei beni confiscati alle mafie”. Don Ciotti ha poi spiegato che “prima ancora che alla legalità, occorre educare all’assunzione di responsabilità, essendo la legalità uno strumento per raggiungere la giustizia. La democrazia si fonda, infatti, su due valori: la dignità umana e la giustizia. E i municipi sono i luoghi dove bisogna difendere la democrazia del nostro Paese, soprattutto in un contesto in cui la politica è debole e la democrazia è pallida”.

L’assessore alla Legalità, Mirna Campone, ha poi annunciato che “nel mese di maggio l’associazione Libera in collaborazione con il Comune organizzerà a Benevento un evento di carattere nazionale della durata di tre giorni”, mentre il referente di Libera per il Sannio, Amleto Frosi, ha spiegato che “nell’ambito della collaborazione avviata con il Comune di Benevento verrà anche aperta una Bottega dei sapori e dei saperi della Legalità nel centro storico della città”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©