Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Benevento. Valorizzazione patrimonio Unesco, incontro operativo della rete locale


Benevento. Valorizzazione patrimonio Unesco, incontro operativo della rete locale
07/09/2011, 17:09

Benevento, 7 settembre 2011 – Questa mattina, presso la Prefettura di Benevento, si è svolto un incontro operativo tra tutte le istituzioni coinvolte nella rete locale che ha come scopo la valorizzazione del patrimonio Unesco della città di Benevento.

Erano presenti all’incontro: il viceprefetto vicario, Maria Rita Circelli, il vice prefetto aggiunto, Maria De Feo, il responsabile del Beni Culturali della Curia di Benevento, don Mario Iadanza, il parroco di Santa Sofia, don Nazzareno Tenga, il vicesindaco di Benevento, Raffaele Del Vecchio, l’assessore provinciale ai Beni Culturali, Carlo Falato, la dirigente del settore Cultura della Provincia di Benevento, Pierina Martinelli, per la Soprintendenza per i Beni Archeologici Gina Tomay, e per la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici Vega De Martini e Maria Rosaria Nappi.

Diversi i punti definiti nel corso della riunione:

• la Chiesa di Santa Sofia resterà aperta al culto;

• vista la crescente presenza di turisti e considerato l’incremento di flussi previsti per il futuro a seguito del riconoscimento Unesco, saranno definite delle fasce orarie di apertura della Chiesa di Santa Sofia ai turisti;

• è stata ribadita la necessità di istituire un tourist office nei pressi della Chiesa per agevolare la fruizione del bene patrimonio dell’Unesco da parte dei visitatori;

• verrà creato un coordinamento tra le istituzioni della rete per le attività culturali di promozione legate ai Longobardi;

• verranno avviate tutte le necessarie azioni per valorizzare l’altro immenso patrimonio cittadino legato alla civiltà longobarda: i Codici della Scrittura Beneventana e del Canto Beneventano, di cui è custode la nostra Curia presso la Biblioteca Capitolare;

• la rete proporrà alla Regione Campania un accordo di programma che tenga insieme tutti i progetti già singolarmente predisposti dalle istituzioni in merito alla valorizzazione della zona Unesco e più in generale dei beni culturali cittadini.

La rete tornerà a breve a riunirsi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©