Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Bilancio: il PD aggredisce il presidente Savoia


Bilancio: il PD aggredisce il presidente Savoia
16/07/2010, 20:07

BACOLI – Consiglio comunale caliente e passionale. Di fuoco cocente. Carboni roventi al posto del pavimento dell’opposizione bacolese, che scalza ci ha camminato sopra, facendo sentire il “proprio bruciore” di minoranza con una sceneggiata napoletana più che politica.
Il premio miglior “consigliere/attore” potrebbe andare ad almeno uno di loro quattro: Macillo, Mancino, Illiano e Giampaolo, gli uomini del Partito Democratico che hanno tentato di ostacolare il proseguimento del Consiglio.
L’assise indetta per approvare il Bilancio annuale ha visto sul finire una sorta di sommossa, volta a bloccare la discussione dell’ultimo punto all’ordine del giorno, ovvero l’approvazione della manovra finanziaria.
Precedentemente l’assemblea aveva votato i punti riguardanti Irpef, ICI e Tarsu, e i relativi aumenti di quest’ultima imposti dall’ente provinciale.
Ore 23:30 si giunge, dopo mille diatribe sui precedenti argomenti, alla discussione clou della giornata.
Il presidente, Nello Savoia, su tale punto aveva dato a ciascun consigliere facoltà di intervenire per due volte, e poi dopo l’intervento del sindaco Schiano, la possibilità di esprimersi per dichiarazione di voto. A quest’ultimo invito nessuno ha risposto, e dunque Savoia ha invitato a procedere con la votazione. Da qui il putiferio.
I quattro consiglieri prima elencati si sono alzati dai banchi inscenando una sorta di protesta dinanzi al banco della presidenza, accusando di irregolarità il presidente. Un attacco alla persona più che al presunto non rispetto del regolamento.
In fila dinanzi a Savoia, al segretario generale e al sindaco Schiano, i quattro del PD hanno dimostrato la loro ira, cercando forse di far saltare lo stesso Consiglio. Una sorta di sovversione che potrebbe essere confermata dal video che in queste ore è al vaglio dei segretari.
La supposta irregolarità del presidente è stata spiegata con modi che di democratico e civile sembrano aver davvero poco.
Al gruppetto di “giustizieri” non ha partecipato un altro membro PD, ovvero Adele Schiavo, e Josi Gerardo della Ragione della civica “Ci Mettiamo la Faccia”. I due sono rimasti nei banchi alquanto perplessi.
In consigli ordinari, secondo l’art. 42 del regolamento, la seduta va conclusa entro la mezzanotte: “di norma, salvo casi eccezionali, i lavori del Consiglio comunale terminano alle ore 24, consentendo, comunque, lo svolgimento degli interventi relativi all'argomento in discussione”. 
I punti non discussi e votati entro quell’ora dovrebbero slittare ad una successiva data da decidere dopo riunione dei capigruppo. Ma un consiglio sul bilancio è da ritenersi eccezionale, considerando anche la diffida del Prefetto ad approvarlo entro il 20 luglio. Sarà forse che l’opposizione pensava ad un ordine normale e non eccezionale? Sarà forse il caso di pensar male? Ovvero il tentativo posto in essere dagli stessi membri dell’opposizione per non far giungere alla discussione del Bilancio, e provvedere a questo in un seguente consiglio, che a conti fatti, tra riunione dei capigruppo e convocazione, sarebbe finito in calendario oltre il 20 luglio, data ultima prevista dal Prefetto?
Sovversione di Consiglio? A pensare male è peccato, ma spesso ci si indovina. Tra mille problemi si è poi giunti alla conclusione e al voto, con un PD che ha girato le spalle al presidente e alla maggioranza abbandonando l’aula.
I video del Consiglio, nella loro totalità, saranno disponibili sul sito del Comune di Bacoli appena il regolamento sarà modificato, consentendone la pubblicazione. Da questi si potranno effettivamente apprendere i vari passaggi della pubblica assise, come se si stesse in aula. Fino ad allora per il “teatro della politica” ci si dovrà accontentare della Sala Ostrichina, con dei posti del tutto gratuiti.

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©