Provincia / Benevento

Commenta Stampa

Le ipotesi di reato sono omicidio e violenza sessuale

Bimba morta in piscina, rumeno indagato per omicidio


.

Bimba morta in piscina, rumeno indagato per omicidio
21/06/2016, 12:50

BENEVENTO- 

Iniziano a diventare più chiari i contorni della vicenda della piccola Maria, ritrovata morta a Benevento. Un rumeno di 21 anni è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Benevento, guidata da Giovanni Conzo. Le ipotesi di reato sono quelle di omicidio e violenza sessuale. Il giovane rumeno è stato ascoltato tutta la notte in presenza del suo legale sulla morte della piccola di dieci anni, ritrovata, priva di vita e senza vestiti, nella piscina del centro eventi “Borgo San Manno”. Alle 20.00 Maria stava bene ed era in chiesa con le amichette per la festività di S.Anselmo. Solo trecento metri a separare la chiesa di S. Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, dalla piscina del locale pubblico in cui è stato rinvenuto il corpo. Maria avrebbe dovuto prendere parte alla processione, dopo la messa, ma si era scatenato un violento temporale. Le bambine avevano quindi deciso di rientrare a casa ma la piccola Maria non ha mai fatto ritorno. Subito i genitori, il padre Mario operaio e la madre Andrea, badante, di origini rumene, hanno dato l’allarme. Ma sia le ricerche in paese che il passaparola su Facebook non hanno dato subito frutti. E’ stata una ragazza, per caso, ad accorgersi del corpo che galleggiava sull’acqua della piscina. Si trovava in un pub annesso al centro eventi ed era uscita alla ricerca di campo per il suo telefonino. La notizia ha precipitato nel terrore S. Salvatore Telesino, un paesino di appena 4000 anime. Ai bordi della piscina, su una sedia, i vestiti della vittima ben piegati. Il sospetto è che la ragazzina sia stata adescata da qualcuno che le ha poi tolto la vita. Il centro eventi era chiuso quella sera ma gli investigatori hanno trovato una parte di recinzione divelta, da lì probabilmente sono passati la bambina e il suo assassino.

 

Commenta Stampa
di Martina Sarchioto
Riproduzione riservata ©