Provincia / Napoli

Commenta Stampa

BIT: bilancio positivo per la Città di Vico Equense


BIT: bilancio positivo per la Città di Vico Equense
21/02/2012, 09:02

Vico Equense - Si è conclusa la partecipazione della Città di Vico Equense alla 32°edizione della Borsa Internazionale del Turismo, una delle manifestazioni più importanti del settore. Presente con un suo stand, all’interno dell’area espositiva messa a disposizione dalla Regione Campania, ha registrato un notevole numero di visitatori. A Milano anche il Sindaco Gennaro Cinque. “Questo, dopo un paio di sporadiche presenze risalenti ad almeno un decennio fa, è il primo anno che partecipiamo per promuovere il brand Vico Equense – ha spiegato il Primo cittadino – e siamo molto soddisfatti del successo ottenuto. Il nostro stand, in poco tempo ha esaurito opuscoli, cartine e materiale informativo di ogni sorta. Sono state diverse migliaia i visitatori raggiunti nei quattro giorni di fiera. L’enogastronomia con le sue eccellenze locali, si è confermata il fiore all’occhiello del nostro territorio.” I momenti dedicati alla gastronomia sono stati di grande richiamo per gli ospiti. Il provolone del monaco, la mozzarella, i salumi, la ricotta, il miele, le delizie al limone, i vini nostrani e i liquori limoncello e nocino. Tutti in fila per un assaggio. “E ancora, - aggiunge Gennaro Cinque – in sinergia con il Comune di Agerola, abbiamo preparato dal vivo formaggi e fior di latte. Dimostrazione realizzata il 17 e il 18 febbraio per tutti i visitatori e il 19 febbraio, invece, per i tour operator di incoming Italia, ospiti del light brunch organizzato ad hoc per la promozione di due territori, Vico Equense ed Agerola, che condividono bellezze naturalistiche ed eccellenze enogastronomiche.” Tra le degustazioni di piatti tipici, ha riscontrato molto successo anche lo stufato di carne di capra preparato nella frazione di Ticciano, poco conosciuto ai più, ma molto gradevole al palato. “La storia – continua il Sindaco - accomuna la preparazione di questo piatto al giorno di San Michele, il 29 settembre. La carne è messa a macerare, per un giorno intero, con germogli di vite e foglie di limone. Si prepara, poi, come un classico stufato, pomodoro incluso, e servito con salsa di piselli secchi. Dal successo riscontrato, i risultati si potranno toccare con mano già nei mesi a venire. Adesso i nostri prossimi appuntamenti sono l’ITB di Berlino e la BMT di Napoli”, conclude Gennaro Cinque.




Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©