Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Condizioni igieniche precarie e assenza di autorizzazioni

Blitz del Nas, sigilli allo studio odontotecnico Piccirillo

Al vaglio la posizione di 19 dipendenti risultati a nero

.

Blitz del Nas, sigilli allo studio odontotecnico Piccirillo
28/02/2013, 11:36

RECALE - Blitz dell’Arma al centro dentistico Sdp di Recale; sequestrati laboratorio odontotecnico e duecento fiale di farmaci e anestetici scaduti. Denunciati il responsabile ed il direttore sanitario della struttura accreditata con il servizio sanitario nazionale; da evidenziare che lo studio dentistico in questione, di proprietà dell’editore del gruppo televisivo Lunaset, Pasquale Piccirillo, risulta essere l’unico, in provincia di Caserta, ad avere una convenzione con l’Asl di Caserta, e dunque con la Regione Campania, per l’accreditamento istituzionale. Ma procediamo con ordine. I carabinieri della stazione di Macerata Campania, unitamente a quelli del Nucleo Antisofisticazione di Caserta, hanno denunciato il responsabile ed il direttore sanitario dello studio dentistico Piccirillo, sito in via Roma a Recale, per somministrazione di medicinali guasti o imperfetti e per attività sprovvista di autorizzazione sanitaria. Nel corso dell’attività, i militari dell’Arma hanno apposto i sigilli ad un laboratorio odontotecnico che, oltre a risultare privo delle prescritte autorizzazioni sanitarie, è stato rinvenuto in precarie condizioni igienico-sanitarie. Sempre nel corso del blitz, i militari hanno provveduto ad identificare diciannove persone, che tra l’altro non risultavano regolarmente assunte, proprio mentre stavano realizzando protesi dentarie. Il Nas, poi, ha sequestrato 200 fiale di farmaci e anestetici, utilizzati per operazioni dentarie, che sono risultati essere scaduti. In queste ore, infine, si sta verificando se le diciannove persone identificate nel laboratorio siano in possesso di idoneo titolo di studio.

   

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©