Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Denunciati i titolari di vari esercizi commerciali stabiesi

Blitz della Capitaneria: sequestrati 1400 chili di cozze


Blitz della Capitaneria: sequestrati 1400 chili di cozze
30/06/2010, 16:06

CASTELLAMMARE DI STABIA – Imponente operazione effettuata, nella giornata di ieri, dai militari della Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, coordinati dal comandante Demetrio Antonio Raffa, finalizzata alla repressione di attività illegali legate alla pesca e al consumo di prodotti ittici.
Nel corso di una serie di controlli a tappeto, è stato sequestrato un allevamento di cozze nelle acque di Castellammare e denunciati i titolari di diversi esercizi commerciali della zona.
I militari stabiesi hanno scoperto la presenza di un impianto abusivo per l’allevamento di mitili, posizionato sul fondo dello specchio d’acqua antistante il porto di Castellammare. Ad operare insieme alla locale capitaneria di porto, gli specialisti del secondo nucleo sommozzatori della Guardia Costiera di Napoli che hanno rinvenuto le cozze per un peso complessivo di 1400 chili.
Informata dei fatti, la Procura della Repubblica di Torre Annunziata per l’autorizzazione della distruzione delle cozze mediante l’affondamento in alti fondali.
Nel mirino delle forze dell’ordine anche le pescherie della zona per verificare eventuali violazioni delle norme sulla tracciabilità dei prodotti alimentari e sull’etichettatura. Rinvenuti 60 chili di frutti di mare in cattivo stato di conservazione. I commercianti sono stati denunciati all’autorità giudiziaria e il materiale sequestrato è stato distrutto

Commenta Stampa
di Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©