Provincia / Castellammare di Stabia

Commenta Stampa

Bobbio (PdL): con Vozza città in balìa del crimine


Bobbio (PdL): con Vozza città in balìa del crimine
06/03/2010, 18:03

CASTELLAMMARE DI STABIA - «Per colpa di Salvatore Vozza, il Comune di Castellammare di Stabia è un disertore nella lotta alla criminalità organizzata».
Lo ha detto oggi il candidato sindaco del centrodestra a Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio, nel corso dell’apertura della campagna elettorale, a cui hanno partecipato – tra gli altri – il ministro delle Gioventù, Giorgia Meloni, il presidente della Provincia, Luigi Cesaro, e quello del consiglio provinciale, Luigi Rispoli.
«La mia amministrazione», ha aggiunto Bobbio, «farà del rispetto delle regole il punto cardine del proprio programma. Per troppi anni, il governo della città ha tollerato e, in alcuni casi, addirittura agevolato un senso di illegalità diffusa che ha inquinato il tessuto socio-economico della nostra realtà. Noi non tollereremo un istante di più questo stato di lassismo e di immobilismo».
«Gli attacchi personali nei miei confronti, che l’ineffabile sindaco “scadente” sta portando avanti in questi giorni, invece di discutere di programmi e soluzioni per la città», ha continuato Bobbio, «rappresentano l’angoscia personale di chi è consapevole, ormai, di non poter più contare su alcuna via di uscita onorevole da una disastrosa esperienza politica. Certamente, non mi sentirete mai offendere, sul piano personale, il mio avversario, né cercare la rissa. Abbiamo da risollevare una città dalla condizione pietosa in cui Vozza l’ha fatta precipitare. Il 30 marzo Castellammare di Stabia avrà finalmente un’amministrazione capace di valorizzare le vocazioni locali e di restituire orgoglio e prospettive di sviluppo alla nostra terra».
L’ex pm antimafia si è successivamente soffermato sulla necessità «di non disperdere il voto, scegliendo pseudo liste che si rifanno ai nostri valori e ai nostri programmi. L’unico candidato sindaco del centrodestra sono e resto io. Gli altri sono imitazioni sbiadite»
Il ministro Giorgia Meloni ha invece posto l’accento sulla «opportunità che una nuova filiera istituzionale, Comune-Provincia-Regione, nella prospettiva della vittoria alle regionali di Stefano Caldoro, possa agevolare la crescita economica dell’area, per troppo tempo penalizzata dal malgoverno della sinistra. Bobbio, in questo contesto», è stato l’annuncio del ministro, «rappresenta una risorsa e una opportunità per questa città».
Nel corso dell’incontro – al quale hanno preso parte i rappresentanti delle liste che appoggiano la corsa a Palazzo Farnese dell’ex pm antimafia – è stata anche ufficializzata la nomina di Antonio Bonifacio a portavoce della coalizione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©