Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Bonelli ad Acerra per Lettieri sindaco


Bonelli ad Acerra per Lettieri sindaco
19/04/2012, 11:04

«Chi inquina non risarcisce i cittadini ma fa i profitti sulla loro pelle». E’ quanto ha dichiarato il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli oggi ad Acerra per sostenere il candidato a sindaco Raffaele Lettieri. Bonelli ha insistito: «In Italia, e particolarmente in Campania si ritarda ad avviare il registro dei tumori e le analisi epidemiologiche perché i cittadini potrebbero utilizzare il collegamento tra inquinamento e patologie per chiedere il risarcimento dei danni a chi inquina. Va fatta chiarezza sui roghi di ecoballe, ad Acerra, come altrove, occorre spezzare il legame tra camorra e sistema della raccolta dei rifiuti. Per questo motivo i Verdi e la rete ecologista sostengono Raffaele Lettieri sindaco». Il segretario regionale Francesco Emilio Borrelli ha spiegato: «Nessun cittadino si può avvicinare al termovalorizzatore presente sul territorio di Acerra, mentre i camorristi possono arrivare fino alle ecoballe e bruciarle. E’ ora di fare chiarezza. Parlo da cattolico, non è possibile che la Regione Campania perda tempo a dibattere sulla presenza dei crocifissi nelle sedi istituzionali e poi si ritardi la creazione del registro tumori. I verdi con Raffaele Lettieri sindaco andranno fino in fondo in questa vicenda». Duro il candidato sindaco Letteri: «E’ evidente che il controllo dell’impatto ambientale dell’impianto di incenerimento sia priorità per la nuova Amministrazione comunale: l’Osservatorio ambientale indipendente, del quale dovranno far parte le più importanti professionalità del Paese insieme ai rappresentanti dei Comitati civici e dell’associazione dei medici, dovrà insediarsi entro l’autunno. Non è possibile che ad Acerra si faccia la raccolta differenziata con una percentuale alta in Italia, ci sia il più grande inceneritore del Mezzogiorno, e poi si paghi una Tarsu tanto alta. Noi porremo rimedio a questa stortura». Raffaele Lettieri ha inoltre ribadito: «Sul fronte della lotta alla criminalità, non accettiamo lezioni di moralità da nessuno. Colgo l’occasione di questa tribuna autorevole per ricordare che io sono stato nella maggioranza che ha portato i Pellini nelle aule di tribunale sostenendo convintamente la costituzione del Comune di Acerra come parte civile. Per me parla la mia storia personale, in tutti questi anni di impegno per la città di Acerra non ho mai avuto alcun problema con la giustizia e sono stato chiarissimo nell’assumere posizioni definitive nei confronti della malavita organizzata e di qualsiasi altro inquinamento della politica». «Sono felice di avere nella mia coalizione i Verdi e gli ecologisti che sono garanzia di tutela e competenza per la battaglia ambientale e sul fronte della lotta, che dovremmo sempre tenere alta per la legalità»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©