Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Accusati di ricettazione,porto e detenzione illegale di armi

Camorra, blitz dell’Arma: arrestati 5 affiliati ai Belforte

Durante le indagini svelati anche i retroscena di 2 omicidi

.

Camorra, blitz dell’Arma: arrestati 5 affiliati ai Belforte
19/07/2013, 11:46

MARCIANISE - I carabinieri della compagnia di Caserta, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, fin dalle prime luci dell’alba, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di cinque indagati ritenuti, a vario titolo, responsabili di associazione a delinquere di tipo mafioso, tentato omicidio, ricettazione, porto e detenzione illegale di armi, con l’aggravante di aver agevolato il clan camorristico dei Belforte. In particolare, l’indagine ha permesso di accertare l’appartenenza di quattro dei cinque indagati al gruppo criminale attivo a Marcianise, nell’ambito del quale sono maturati due omicidi. Ma procediamo con ordine. L’attività investigativa, avviata sin dal novembre 2009, ha permesso di raccogliere gravi elementi di colpevolezza a carico dei singoli indagati circa i reati di: associazione per delinquere di stampo mafioso, in quanto quattro indagati sono fortemente indiziati di far parte del gruppo camorristico denominato “Belforte-Mazzacane” operante nel territorio del Comune di Caserta, Marcianise, San Nicola la Strada e San Marco Evangelista; tentato omicidio di un affiliato che aveva inteso sottrarsi agli ordini del capo del gruppo, trattenendo per sè le somme illecitamente ricavate da numerose estorsioni perpetrate ai danni di commercianti ed imprenditori locali; porto abusivo di armi da fuoco clandestine utilizzate per commettere il tentato omicidio a cui si è fatto riferimento; ricettazione di ingenti somme di denaro, certamente provento di attività delittuose ed utilizzate per sovvenzionare i familiari degli affiliati già sottoposti a misure restrittive della libertà personale.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©