Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Campagna contro botti illegali a Sant'Anastasia


Campagna contro botti illegali a Sant'Anastasia
01/12/2010, 15:12


SANT'ANASTASIA (Na) - Lunedì 6 dicembre, alle ore 10,30 presso la sala consiliare, grazie alla Volontà del Sindaco Carmine Esposito ed all’autore della Campagna Piero Iaccarino, nonché per l’impegno degli assessori Veruska Zucconi e Vito De Lucia, i bambini di Sant’Anastasia saranno i protagonisti della manifestazione contro le stragi di capodanno. Insieme ai propri insegnanti, al Sindaco, all’ANCI, all’UNICEF, ad Autorità Militari e Civili e rappresentanti delle Associazioni, fra cui Action Trade che promuoverà la Campagna per tutto il periodo Natalizio, grandi e piccoli ascolteranno, vedranno e capiranno quanto uno stupido gioco può trasformarsi per tutta la vita in tragedia, e potranno conoscere ed abbracciare la paladina dei bambini: la Presidentessa dell’Unicef Margherita Dini Ciacci. Una manciata di giorni ci separa dalla fatidica notte di San Silvestro e tutti insieme in famiglia, con gli amici più cari, aspetteremo lo scoccare della mezzanotte! Spumante, baci, auguri e i balconi di tutta la città, si riempiranno dei mille colori di bengala e stelline, i fuochi pirotecnici illumineranno il cielo e l’odore acre di zolfo inonderà le nostre case; l’anno appena cominciato si arricchirà di nuove speranze e desideri! Una festa che potrebbe essere rovinata da quei maledetti botti fuorilegge, sempre più potenti, sempre più uguali ad ordigni di guerra! Una folle corsa in auto, la sala di un pronto soccorso, una mano spappolata o forse un occhio che non vedrà più, potrebbero diventare le immagini indelebili di una festa di Capodanno che si è trasformata in tragedia e che non potremmo più cancellare dalla nostra mente. E’ questo il tema della Campagna contro i fuochi d’artificio fuorilegge “Pàpà quest’anno non sparare” www.fuochikiller.it , giunta alla sua XV Edizione e che verrà presentata a Sant’Anastasia. Il Comune di Sant’Anastasia, sarà il primo ad inaugurare la Campagna che parte in questi giorni, in tutta la Regione Campania, grazie all’impegno dell’ANCI (Associazione dei Comuni d’Italia) e dell’UNICEF Campania, che ha patrocinato ed è stata, sin dal 1995 al fianco di Piero Iaccarino, colui che l’ha ideata e promossa in questi anni. “Quindici anni fa, quando ideai questa Campagna - dice Piero Iaccarino - ero pieno di entusiasmo, ero supportato dalla Presidentessa dell’Unicef Margherita Dini Ciacci, ed ero convinto che in pochi anni, aggregando altre Istituzioni del territorio, mass media e con un maggiore ausilio delle forze dell’ordine, i venditori di tragedie, sarebbero stati debellati per sempre: oggi a distanza di quindici anni, mi vedo ancora in veste di autore della ennesima Campagna! Bisogna continuare, con ogni sforzo, perché le principali vittime di questa barbara usanza, sono sempre di più i Bambini, vittime innocenti della follia degli adulti ed i bambini vanno difesi, sempre e con ogni mezzo! “
Perché la Campagna parte da Sant’Anastasia?
“La scelta non è casuale, l’Unicef nell’ambito del territorio, identifica quei Sindaci che pongono al centro della propria attività istituzionale i bambini e li fregia di una importante nomina: Sindaco difensore dei Bambini. Di recente dialogando informalmente con il neoeletto Sindaco, che non conoscevo, compresi fra l’altro, la Sua volontà nel voler prestare la massima attenzione a tutte le attività finalizzate ai bambini di Sant’Anastasia, e quale occasione migliore per dimostrare concretamente questo Suo impegno, se non quello della Campagna contro i fuochi killer? La Presidentessa dell’Unicef, sarà presente alla manifestazione di lunedì, accanto al Sindaco e chissà forse…anche i Bambini di Sant’anastasia potranno avere un loro Sindaco difensore. Il mio compito è stato solo quello di farli sedere vicino,…scherzo, naturalmente”. “Ed io sarò ben lieto – dice il sindaco, Carmine Esposito - di fare mia la campagna contro i botti illegali per contribuire a far crescere il senso di responsabilità in paese e ad educare i più piccoli alla legalità, condividendo e sostenendo le azioni dell’UNICEF”. “Sono molto contenta che il sindaco sia sensibile e voglia percorrere la via che aiuta a far crescere i piccoli in un paese che diffonda e difenda i loro diritti. Che Sant’Anastasia – afferma la presidente Dini Ciacci – ha compreso quanto sia necessaria ed importante questa manifestazione è lodevole, perché è fondamentale educare grandi e piccoli non solo sugli effetti dei fuochi killer, ma anche su tanti altri loro diritti che sono spesso dimenticati”. “Abbiamo subito accolto la proposta di aderire alla campagna – spiegano gli assessori Zucconi e De Lucia – che purtroppo è ancora indispensabile perché anche in paese quella notte si sparano fuochi pericolosi. Coinvolgere le scuole del territorio è una priorità assoluta per far arrivare nelle case un messaggio forte. Cercheremo di avere una presenza di Forze di Polizia che potranno spiegare nei dettagli i pericoli derivanti dall’uso dei botti illegali. Speriamo che Sant’Anastasia risponda alla campagna con grande responsabilità”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©