Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Canoni locazione, Qualiano si rimette in corsa


Canoni locazione, Qualiano si rimette in corsa
01/10/2013, 14:04

QUALIANO - Qualiano si rimette in corsa per beneficiare dei fondi regionali, che erano stati bloccati per morosità dell’Ente di piazza del Popolo.  “Ad uno ad uno stiamo compiendo tutti atti necessari a rimettere Qualiano nella lista dei Comuni beneficiari dei fondi regionali. La  Regione ora dovrà fare i suoi passi rimettendo tutte le cifre in bilancio visto che sono state perse perché la passata amministrazione ha disatteso agli impegni presi.- dice il sindaco Ludovico De LucaCon molta fatica stiamo cercando di rimettere i conti a posto e pagare i debiti,  che questo Ente ha maturato negli anni ed offrire ai nostri cittadini i diritti, che gli sono dovuti e che sinora gli sono stati negati”.
Dopo l’accordo siglato lo scorso 24 luglio 2013, infatti,  è chiuso definitivamente il contenzioso con la società della Regione, Acqua Campania SpA, che vantava dal Comune di Qualiano  un credito residuo pari a  2.824.301, 84 corrispondente alla fornitura idropotabile relativa  all’arco di tempo compreso tra il secondo trimestre 2003 ed il quarto trimestre 2007. Dopo una serie di decreti ingiuntivi, accordi disattesi, la Regione aveva bloccato tutte le erogazioni di fondi di cui doveva beneficiare il Comune di Qualiano.
Una serie di incontri tra l’attuale Amministrazione e la Regione, che gestisce la fornitura idrica ha portato ad un accordo sancito lo scorso luglio tra il Comune e l’amministratore di Acqua Campania, ing. Franco Cristini.  L’accordo rateizza il debito in 10 anni in 119 rate mensili dell’importo di 23.535,85 € ciascuna.
Al momento il Comune sta pagando mensilmente dimostrando così la buona volontà ad onorare i propri debiti. Per tale motivo è stato comunicato che l’Ente di piazza del Popolo è stato rimesso in carreggiata quale beneficiario del “Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni date in locazione. Legge 431/98 art.11”.  Chi ha presentato domanda, per avere il contributo canoni locazione, ed è in regola con i requisiti richiesti, può ben sperare, quindi, di vedersi erogare i fondi appena la Regione darà corso ai propri atti, ovvero appena avrà postato le cifre nel Bilancio che dovrà essere approvato.
Ma per un problema che si risolve, ve n’è un altro all’orizzonte. Sempre legato alla problematica idrica, infatti, c’è la questione dei canoni, per fogne e depurazione, che il Comune deve alla Regione e che si aggira intorno ai 6 milioni di euro. Avverso la considerevole cifra il Comune ha presentato ricorso e si è in attesa dell’accoglimento o meno.
Non vorremmo rientrare nella spirale del blocco dei fondi, se malauguratamente dovessimo perdere il ricorso.- sottolinea con amarezza il sindaco De Luca- Ai circa tre milioni di euro per l’acqua siamo riusciti a far fronte, sarà difficile farlo per altri sei delle acque reflue. Speriamo non arrivi un’altra tegola!”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©