Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Cantone incontra i giovani di Mugnano


Cantone incontra i giovani di Mugnano
02/03/2011, 12:03

Il Sindaco Porcelli: "Siamo molto felici di questa mattinata, dare dei modelli positivi ai nostri ragazzi è importante quanto costruire una piazza"
Erano più di 500 gli studenti che oggi a Mugnano hanno accolto Raffaele Cantone. I ragazzi provenienti dal Liceo Segrè, dalle Scuole Medie Cirino e Illuminato hanno affollato il Palasport di Via Cesare Pavese da poco rinnovato dall'Amministrazione comunale. L'iniziativa che ha avuto come tema cardine quello della legalità è stata fortemente voluta dalla Giunta Porcelli. Il Sindaco nel suo intervento introduttivo ha puntato il dito contro gli "scissionisti" che tentano di imbarbarire la città e ha esortato i ragazzi a fare di più per combattere la criminalità ricordando che "Se ognuno fa la propria parte non basta, bisogna fare di più perchè la camorra non è un problema solo dei magistrati e dei Carabinieri ma di tutti e tutti insieme possiamo distruggerla". Sul palco con la fascia tricolore, l'Assessore alla Pubblica Istruzione Giovanni Naviglio e il Presidente del Consiglio Comunale Gennaro Mastromo.
Il protagonista della giornata e' stato il Giudice Cantone che ha risposto alle tante domande poste dagli studenti su temi di attualità come la lotta alla comorra, l'omertà, il pizzo e le ecomafie. Ha parlato anche della sua candidatura a Sindaco di Napoli e spiegato i motivi del suo "no" alle proposte dei partiti, chiarendo che lui vuole continuare a combattere la sua battaglia come magistrato e come scrittore. I ragazzi hanno posto molti quesiti anche sul suo ultimo libro "I Gattopardi" che l'Amministrazione nelle scorse settimane aveva distribuito in tutte le scuole della città. Nelle sue risposte il magistrato ha più volte ricordato l'importanza delle regole e del non isolare le persone che denunciano le malefatte dei camorristi.
Al termine dell'incontro il Sindaco ha espresso la sua soddisfazione: "Siamo molto felici di questa mattinata, dare dei modelli positivi ai nostri ragazzi è importante quanto costruire una piazza, a breve organizzeremo un nuovo incontro sull'ambiente contro la cultura degli sprechi".
Presente alla manifestazione anche Bruno Vallefuoco padre di Alberto giovane di Mugnano vittima innocente della camorra. Infine una curiosità: i posti riservati alle autorità sono stati lasciati alle ultime file: "Abbiamo dato così un messaggio chiaro ai ragazzi, per noi venite prima di tutti" hanno spiegato Porcelli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©