Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Capodanno: Gianni Lettieri, sindaco di Napoli


Capodanno: Gianni Lettieri, sindaco di Napoli
17/02/2011, 16:02

Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, sostenitore della prima ora della candidatura a sindaco di Napoli del past president dell’Unione degli industriali di Napoli, nonché numero uno di Meridie, Gianni Lettieri, fondatore di un gruppo su Facebook dal titolo “ VOGLIAMO GIANNI LETTIERI SINDACO DI NAPOLI “, che ha raggiunto il traguardo dei 1.250 iscritti ( http://www.facebook.com/group.php?gid=98935297954 ), esprime soddisfazione per la condivisione della sua proposta espressa in queste ore da parte di Forza del Sud, la nuova formazione del sottosegretario Gianfranco Micciché.

“ Ho piacere – esordisce Capodanno - che su questo terreno stiano convergendo anche formazioni politiche oltre ad alte personalità del mondo dell’imprenditoria e della società civile, a partire dal presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia che ha dichiarato di recente di vedere di buon occhio la candidatura di Lettieri “.

“ Basta con i “soliti noti” e con le spartizioni tra i partiti – afferma Capodanno -. Siamo stufi dei politici di professione, gente che già prima di Tangentopoli occupava posti di potere e che a Napoli sono sempre gli stessi da 30 anni a questa parte. Non hanno fatto nulla per la città, in tanto tempo, preoccupandosi solo di consolidare il loro potere personale, scalando tutti i gradini fino al parlamento nazionale. Oggi Napoli ha bisogno di una svolta che può essere garantita solo da una forte personalità proveniente dal mondo della società civile, come Lettieri, che ha dimostrato capacità manageriali ed operative nel campo industriale anche in momento difficile come quello che abbiamo attraverso negli ultimi tempi “.

“ A Napoli si avverte la necessità di una candidatura forte che aggreghi vasti strati della società civile, oltre che le tante anime che convivono nel centro-destra partenopeo – prosegue Capodanno -. Ciò può avvenire solo scegliendo un candidato autorevole che non provenga dalle strutture interne dei partiti “.

“ Anche per superare il rischio concreto che, se il nominativo del candidato sortisse dalla rosa degli esponenti interni ai vari partiti che si riconoscono nelle mille anime che attualmente animano il centro-destra napoletano, nascerebbero le frange degli scontenti, sostenitori di coloro che rimarrebbero fuori, i quali poco o nulla s’impegnerebbero per la vittoria – puntualizza Capodanno -. Da qui la necessità di un nome che sia super partes. Pure sotto questo aspetto, Gianni Lettieri, per la stima e gli apprezzamenti che riscuote anche a livello nazionale, è di fatto il candidato ideale per governare Napoli negli anni a venire “.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©