Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Capri. No al ticket di ingresso per i Giardini di Augusto


Capri. No al ticket di ingresso per i Giardini di Augusto
26/02/2011, 11:02

Capri 26-2-2011. Nella riunione del Consiglio Comunale di Capri del 25 febbraio 2011, i consiglieri Marzio Lembo e Enrico Romano del gruppo “L’onda – Rinnovamento e sviluppo” hanno votato contro il provvedimento che istituisce il ticket di un Euro per l’accesso ai Giardini di Augusto, per i seguenti motivi:

- Non si condivide l’idea che il Comune di una località turistica faccia pagare la visione di un panorama : ai Giardini di Augusto non vi sono esposizioni di opere d’arte o di altro ; è solo un sito dal quale si può ammirare la costa sud dell’isola dai Faraglioni allo Scoglio delle Sirene.

- Non si condivide l’atteggiamento di voler sfruttare, invece che regolare, il turismo di massa i cui eccessi stanno stravolgendo le caratteristiche ambientali cui si deve la fortuna di Capri : il Comune si comporta come quegli operatori che, di fronte a un impoverimento qualitativo della domanda turistica, invece di cercare di recuperare le quote di mercato perdute abbassano l’offerta ai livelli della domanda residua.

- Non vi è stata una valutazione degli effetti che il provvedimento può avere nelle condizioni critiche in cui versa in estate il centro di Capri inondato da un numero sproporzionato di turisti che rendono difficoltosa anche la circolazione pedonale : a causa della possibile rinuncia dei turisti alla visita dei Giardini, si potrà avere una forte alterazione degli attuali movimenti dei flussi con ulteriore congestionamento del centro di Capri; si rende competitivo il prezzo del trasporto da Marina Grande per Anacapri rispetto a quello della funicolare per Capri, provocando un probabile aumento dei flussi su tale direttrice, col risultato di aggravare ulteriormente la circolazione sulle strade carrozzabili già oggi vicine alla paralisi nelle ore di punta.

- Non vi è stata un’analisi degli aspetti organizzativi fondamentali, come i costi per l’emissione dei biglietti e per i controlli ,e non si escludono profili di illegittimità del provvedimento , in particolare per carenza di istruttoria, che potrebbero dare luogo a ricorsi amministrativi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©