Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Ignoti sono penetrati nell’istituto, mettendolo a soqquadro

Casal di Principe, vandali alla “Don Diana”: alunni a casa

Nottetempo il raid, indagini a 360 gradi. Sconcerto in città

.

Casal di Principe, vandali alla “Don Diana”: alunni a casa
05/02/2014, 16:41

CASAL DI PRINCIPE - Vandali in azione, nottetempo, all’interno dell’istituto comprensivo intestato alla memoria di don Peppino Diana, il prete coraggio ucciso 20 anni fa dal clan dei Casalesi, proprio mentre si accingeva a celebrare la santa messa. Ignoti sono penetrati all’interno dell’istituto di Casal di Principe, ubicato in via Cavour, e hanno semidistrutto i bagni, rovesciato i banchi e varie suppellettili e sparso escrementi in diversi locali. La terribile scoperta è stata fatta questa mattina dal personale Ata, al momento dell’apertura, e la dirigente, Angelina Schiavone, suo malgrado, si è vista costretta a rimandare gli alunni a casa in quanto la scuola non era affatto agibile. L’episodio è stato oggetto di una denuncia che la dirigente scolastica ha presentato alle forze dell’ordine che cercheranno, ora, di risalire agli autori del raid. Tra l’altro, non è la prima volta che cose intitolate al sacerdote, diventato negli anni simbolo della lotta alla camorra, finiscono nel mirino di teppisti e delinquenti. Danneggiamenti, infatti, si erano avuti nel parco don Diana e diversi furti erano stati perpetrati addirittura nella cappella al cimitero. Proprio quest’anno, il 19 marzo, cade il ventesimo anniversario dall’uccisione di don Diana che continua a rappresentare un punto di riferimento per il riscatto della zona. La scuola vandalizzata nottetempo risulta inserita nel programma delle manifestazioni per il ventennale della scomparsa del prete coraggio.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©