Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il valore complessivo è pari ad un milione di euro

Casalesi, la Dia confisca i beni del boss Cantone

Decreto del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

.

Casalesi, la Dia confisca i beni del boss Cantone
11/12/2012, 13:18

TRENTOLA DUCENTA - Ammonta ad un milione di euro il valore dei beni che sono stati confiscati dalla Direzione Investigativa Antimafia di Napoli al 52enne Raffaele Cantone, attualmente detenuto, boss del gruppo camorristico dei 'Malapelle' legato alla fazione bidognettiana del clan dei Casalesi e operante nei comuni di Trentola Ducenta e Parete. Gli uomini coordinati dal dirigente della Dia Raffaele Vallone hanno eseguito il decreto emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Tra i beni oggetto del provvedimento un terreno, una villa disposta su 3 livelli e tre veicoli. Cantone, si ricorderà, fu coinvolto nell’omicidio di Salvatore Coronella, ucciso per errore di persona al posto di Pasquale Fedele, condannato a morte dal clan dei Casalesi perché non voleva continuare la relazione sentimentale con Angela Barra, ex compagna del capoclan Francesco Bidognetti, alias “Cicciotto ‘e mezzanotte”. La Barra, per vendicarsi,  aveva fatto credere a Bidognetti che Fedele la stava insidiando e, inoltre, che le aveva bruciato il portone di casa. Per questo il capoclan ne aveva ordinato la morte.

 

 

 

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©