Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Dopo 9 anni fatta luce sul delitto, indagini dell’Arma

Casapesenna,uccisero guardia giurata: presi sicari -video

Delitto consumato nel corso di un tentativo di rapina

.

Casapesenna,uccisero guardia giurata: presi sicari -video
21/03/2014, 12:32

CASAPESENNA - I carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Casal di Principe, al termine di una complessa attività d’indagine, coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno individuato e arrestato due pregiudicati, ritenuti responsabili dell’omicidio della guardia giurata, Nicola Sammarco, dipendente dell’Istituto di Vigilanza “Lavoro e Giustizia”, commesso il 5 giugno del 2005 in quel di Casapesenna. Si tratta di Mario Melucci, 29enne di Aversa, sottoposto al regime dei domiciliari, e Costantino Garofalo, 31enne di Villaricca, tradotto in carcere, ritenuti responsabili, in concorso tra loro e con il collaboratore di giustizia, Gaetano Ziello, dei reati di omicidio volontario e di tentata rapina. “L’efferato delitto - come illustrato in conferenza stampa dal procuratore aggiunto Raffaella Capasso e dal comandante dei carabinieri della compagnia di Casal di Principe, Michele Centola - venne consumato nel corso di un tentativo di rapina”. La vittima, che stava raggiungendo il luogo in cui espletava il servizio di vigilanza, venne bloccata per strada, in via Ciglio, in pieno centro di Casapesenna, a bordo dell’autovettura di servizio e attinta da colpi d’arma da fuoco, decedendo poco dopo all’azienda ospedaliera “Cardarelli” di Napoli dove era stato trasferito. Nell’ambito della medesima attività investigativa venivano scoperte varie rapine a distributori di benzina dell’agro aversano, compiute nell’arco del 2006.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©