Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Caserta celebra la festa della Repubblica nel segno dell'unità

Monaco:"Occorre fare molto di più per questo territorio"

.

Caserta celebra la festa della Repubblica nel segno dell'unità
02/06/2011, 19:06

CASERTA - Memoria e partecipazione sono le parole d’ordine del 65esimo anniversario della nascita della Repubblica che si intreccia quest’anno con il 150esimo dell’Unità d’Italia. Una festa nella festa che le autorità casertane hanno voluto celebrare in modo sobrio ma canonico. Dapprima la deposizione di una corona d’alloro ai Caduti, poi la lettura da parte del prefetto Ezio Monaco del messaggio del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Un messaggio improntato all’unità del Paese ma con il quale il Capo dello Stato ha voluto sottolineare ‘l’importanza della partecipazione dei cittadini a simili cerimonie a testimonianza dell’esistenza di un forte e diffuso sentimento nazionale prezioso per suscitare quel nuovo grande impegno collettivo di cui il Paese ha bisogno nell’attuale difficile situazione economica’. Un lungo corteo, capeggiato dalla banda musicale della Fondazione ‘Villaggio dei ragazzi’ di Maddaloni e formato da tutti i sindaci dei Comuni della Provincia, si è poi snodato lungo tutto il centro storico fino a raggiungere piazza Vanvitelli dove le forze armate e le forze dell’ordine hanno allestito una mostra dei mezzi e degli strumenti in dotazione ai singoli corpi. Gran finale in Prefettura con il tradizionale brindisi e il messaggio delle autorità. A partire dal prefetto Ezio Monaco e dal presidente della Provincia, Domenico Zinzi. ‘La celebrazione congiunta della festa della Repubblica e del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia – ha dichiarato il prefetto - rappresenta un evento epocale. Soltanto se ci fermiamo un momento a riflettere sull’importanza di questo evento ci renderemo conto di come il nostro dovere e l’esercizio quotidiano delle nostre funzioni quotidiane siano ancora veramente poco rispetto a quello che dovremmo fare’. E’ quasi interamente rivolto al presidente del consiglio regionale, Paolo Romano, invece l’appello del presidente della Provincia, Domenico Zinzi, che auspica maggiore attenzione per il territorio casertano: ‘In questa nostra provincia – ha spiegato il presidente – bisogna lavorare in termini di recupero e riscatto. Il territorio deve essere risarcito per i danni che ha subito in questi ultimi 15 anni. Un periodo durante il quale con molta distrazione si è consentito di tutto. E’ giunto il momento di percorrere, tutti insieme, una strada nuova, per rispondere alle esigenze dei cittadini e imprimere una svolta per questo territorio’. Presenti tra gli altri anche il vescovo di Caserta, Monsignor Pietro Farina, il presidente del consiglio regionale Paolo Romano e la parlamentare

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©