Provincia / Caserta

Commenta Stampa

La macchina delle "assunzioni politiche" si mette in moto

Caserta, Cisas:"Assunzioni clientelari nel settore Ambiente"

Diversi impiegati non lavorano ma hanno stipendi d'oro

Caserta, Cisas:'Assunzioni clientelari nel settore Ambiente'
28/12/2010, 21:12

CASERTA - Anche in provincia di Caserta, in attesa dell’imminente passaggio all’Ente Provincia, Boom di Assunzioni nelle Società appaltatrici dei lavori di Raccolta Rifiuti Urbani.

Mentre tutti tacciono forse anche perché interessati, la sola Confederazione Cisas denunzia le tante chiacchierate assunzioni di comodo e clientelari, che avvengono nel settore dell’ Ambiente, ove spesso soprusi ed illegalità sono di casa ed anche tollerati, come denunciato anche dalla Magistratura e dagli Organi di Informazione.

In attesa del passaggio per Gennaio, come previsto dalle norme governative, del personale occupato nella Raccolta dei Rifiuti Solidi Urbani, all’Ente Provincia si sta incrementando il numero del personale, un po’ dovunque, da parte delle varie Società appaltatrici, attualmente in attività.

Si sta gonfiando il numero dei lavoratori, come già avvenuto in passato con le Società Acsa, Geoeco, Consorzio Unico, ecc. allorquando, dietro pressioni dei lavoratori e dei politici interessati, si è provveduto ad assorbire tutto il personale, anche quello in notevole esubero rispetto all’organico.

Cosa strana, gli interessati, assunti spesso anche come impiegati, sono sempre politici di basso livello, pseudo sindacalisti, loro parentele oppure persone che si permettono il lusso di pagare un posto da netturbino oltre 30 mila euro l'anno.

A denunciare fortemente quanto sta già avvenendo da tempo è la Confederazione CISAS, che si batte per la legalità e per il rispetto di regole ben precise contro le assunzioni di comodo o clientelari.

La Cisas, a tale proposito, dopo aver sentito le Rappresentanze ed ex dipendenti, che lamentavano le assunzioni già avvenute, ha deciso di tenere la linea dura, opponendosi alle pseudo assunzioni, denunciando anche gli eventuali casi pubblicamente ed agli organi competenti.

A tale proposito, sono da registrare le lamentele giunte alla Cisas per le assunzioni, di circa 20 unità, a tempo determinato ed indeterminato, addirittura anche di impiegati, avvenute presso il cantiere di Caserta Ambiente, che ha in appalto la Raccolta Differenziata nel Comune di Caserta, ove operano già 178 dipendenti, di cui 3/4 come impiegati, senza alcun incarico né un tavolo di lavoro ove impegnare le 6 ore giornaliere di lavoro ben retribuito ed a totale carico dei contribuenti casertani. Secondo la Cisas, con la occasione si poteva anche compiere un atto di giustizia assumendo le decine di ex lavoratori, che pure avevano lavorato in precedenza e vinto regolarmente le vertenze giudiziarie. Non è stato fatto, sacrificando addirittura diritti e leggi a favore dei lavoratori, ex dipendenti.

Da rilevare anche che, per le suddette nuove assunzioni, il caso ha voluto come riferito dai lavoratori alla Cisas che i fortunati neo assunti siano familiari e parenti di politici, sindacalisti, nonché di dirigenti capoccia, che fanno il bello ed il cattivo tempo all’interno del cantiere, ove hanno piazzato ormai interi nuclei familiari, anche in previsione delle prossime elezioni comunali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©