Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Organizzato in collaborazione con l’Its “M. Buonarroti

Caserta, focus a Confindustria sull’istruzione tecnica

Al tavolo dei lavori anche il dirigente del Miur, Murano

.

Caserta, focus a Confindustria sull’istruzione tecnica
17/10/2012, 11:05

CASERTA - Il nostro Paese sta attraversando una vera emergenza tecnico-scientifica, che appare ancor più evidente con la drammatica crisi economica che da alcuni anni ci attanaglia. Gli studenti iscritti alle facoltà di matematica, fisica e chimica negli ultimi dieci anni si sono dimezzati. E gli studenti iscritti agli istituti tecnici hanno subito negli ultimi anni un pesante calo. Ne consegue che, a domanda costante da parte delle imprese, cala l’offerta di tecnici qualificati, sicché il sistema italiano appare non più competitivo nel formare quadri tecnici preparati sulle nuove tecnologie in uso nel mondo. E’ necessario perciò innovare e razionalizzare l’Istruzione Tecnica raccogliendo il frutto delle sperimentazioni, le opportunità già esistenti e le nuove regole sulle quali costruire un consenso generalizzato di riforma. Sono questi gli argomenti trattati nel corso del convegno, intitolato “Il Ruolo dell’Istruzione Tecnica nella società contemporanea”, organizzato da Confindustria Caserta in collaborazione con l’Istituto Tecnico per Geometri “Buonarroti”, ospitato nel salone delle Conferenze dell’associazione datoriale, in via Roma a Caserta. Il convegno è stato aperto dai saluti del presidente di Confindustria Caserta, Antonio Della Gatta, del sindaco Pio Del Gaudio, del presidente della Provincia Domenico Zinzi, del direttore dell’Ufficio scolastico regionale Diego Bouché e, in rappresentanza dell’assessorato regionale all’Istruzione, Alessandro Remondelli. Successivamente, è stato illustrato il recente protocollo d’intesa sottoscritto da Miur e Confindustria, sul quale si sono soffermati, nelle loro relazioni, il vicepresidente di Confindustria Caserta, Antonio Diana, ed il dirigente scolastico dell’Its “Buonarroti”, Antonia Di Pippo. A seguire, la presentazione del Comitato Tecnico Scientifico indirizzo “Costruzioni, ambiente e territorio”, mentre gli Scenari di sviluppo nell’istruzione tecnica sono stati tracciati da Maria Rosaria Arena. Infine, il punto di vista e l’opera del Ministero per l’Istruzione Università e Ricerca nella relazione conclusiva del Direttore Generale Istruzione e formazione tecnica Superiore, Raimondo Murano.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©