Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Caserta, Giornate Europee del patrimonio


Caserta, Giornate Europee del patrimonio
25/09/2013, 10:57

CASERTA - Ritornano sabato 28 e domenica 29 settembre le Giornate Europee del Patrimonio.
Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo aderisce, insieme agli altri Stati Europei, all’iniziativa, ideata nel 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione europea con l'intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio culturale tra i Paesi europei.
La novità di quest'anno, è che sabato 28 è previsto un doppio appuntamento gratuito: apertura diurna di tutti i luoghi d’arte statali e apertura prolungata fino alle 24 per i luoghi d’eccellenza della cultura che aderiscono ad “Una notte al museo”.
La Soprintendenza aderisce alle G.E.P. con una serie di iniziative organizzate alla Reggia di Caserta e sul territorio di competenza.
Il 28 settembre, con inizio alle ore 11, negli Appartamenti storici “Scene musicali a Corte - Matinée alla Reggia di Caserta”.
In programma musica e canti presentati dall’accademia musicale “Città di Caserta” diretta dalla prof. Mena Santacroce. Sono previste inoltre esibizioni di danza a cura dell’associazione “Arabesque”, con coreografie di Anna Maria Di Maio. 
Nelle sale della Reggia, saranno proposti brani di musica napoletana, lirica e classica del 700/800, accompagnata da scene coreografiche.
E ancora sabato 28 settembre, inaugurazione della mostra “Reali Stamperie d’Europa - le tipografie di titolo e privilegio reale del ‘700 negli esemplari della Biblioteca Palatina di Palazzo reale di Caserta”
L’esposizione bibliografica presenta l’entourage del libro nelle più importanti città d’Europa del ‘700: tipografi, legatori, torchiatori, grafici, mastri compositori, regi incisori e famiglie di stampatori che si sono contesi il privilegio dei volumi illustrati nelle corti reali sul finire del XVIII secolo.
La mostra sarà allestita fino al 12 gennaio 2014.
E’ stato organizzato per sabato 28 dalle 10 alle 13, l’incontro presentazione dal titolo “Parco della Reggia, Bosco Vecchio: Alla scoperta del giardino pittoresco”
Il visitatore sarà accompagnato alla riscoperta del giardino pittoresco attraverso un percorso che comprende tutta l’area del Bosco Vecchio con la Castelluccia, la Peschiera grande, il palazzo al Boschetto, la finta grotta e la scuola per giardinieri nell’ ex convento dei Passionisti. Nei locali della scuola verranno allestiti una mostra sulla storia del Bosco vecchio e sulle rarità botaniche arrivate nel Parco della Reggia a fine settecento, espressione del collezionismo botanico ed un percorso sensoriale realizzato utilizzando campioni botanici freschi ed essiccati degli alberi monumentali autoctoni ed esotici presenti nel Parco.
Le Giornate Europee del Patrimonio proseguiranno con l’iniziativa “Percorrendo l’Acquedotto Carolino.” Realtà Paesaggistiche e Architettura Vanvitelliana.
Con inizio alle ore 10 del 28 settembre visita lungo il condotto carolino dal 1997 patrimonio Unesco, che dai Ponti della Valle porta a S. Agata de’Goti, per scoprire la stazione idrometrica, le antiche ferriere ed altre curiosità relative alla funzionalità ed all’utilizzo attuale dell’acqua. Al termine della visita le aziende agrituristiche presenteranno i prodotti tipici della tradizione enogastronomica locale. In serata nella sala ex cinema di S.Agata de' Goti sarà proiettato il documentario Rai “l'acqua che viene da lontano”.
“Architetture Medioevali: la Chiesa di Santa Maria a Marciano e il Monastero benedettino Sancte Crucis montis Verne” è il titolo dell’iniziativa organizzata sul territorio di competenza della Soprintendenza.
Venerdi 27 settembre alle ore 17, nella sede del palazzo comunale di Piana di Monte Verna in programma un convegno sulle recenti ricerche archeologiche e nuove prospettive di tutela e valorizzazione del Monastero benedettino Sancte Crucis montis Verne.
Il 27 e il 28 settembre sono previste inoltre visite guidate alla Chiesa di Santa Maria a Marciano, piccolo gioiello dell’architettura gotico-catalana nota a studiosi e ricercatori anche per gli affreschi databili tra il 1334 e la fine del XV secolo, riaperta dopo un lungo intervento di restauro
Sabato 28 settembre in programma il terzo appuntamento di “Una notte al museo”, l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che si svolge in 38 luoghi della cultura statali particolarmente rappresentativi in termini di numero di visitatori, di valenza architettonica e di importanza delle collezioni ed opere d’arte.
Dalle 20 alle 24 saranno visitabili gli appartamenti del Settecento e dell’Ottocento, la collezione Terrae Motus, la sezione permanente sui “Disegni & Modelli”, nelle sale adiacenti la Sala del Trono, la mostra “Dal Vaticano a Caserta: Vanvitelli e i suoi angeli”, allestita nella Cappella Palatina, con il piccolo Museo degli Argenti, a cui saranno aggiunte le escursioni alle volte di copertura dello Scalone d’Onore - un percorso di visita “aereo” di grande suggestione - e alla sezione delle “Arti decorative a Palazzo”. Durante le visite serali saranno eseguite negli Appartamenti storici composizioni di musica classica intervallati da letture di brani letterari a cura dell’Accademia Jervolino di Caserta diretta Maestro Antonino Cascio.
In occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio 2013” è previsto l’ingresso gratuito alla Reggia di Caserta sabato 28 settembre.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©