Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Ospitata alla “Jean Monnet” della Seconda Università

Caserta, il Demyc inaugura la campagna “Born in Use”

Tra i relatori il sindaco ed il presidente della Provincia

.

Caserta, il Demyc inaugura la campagna “Born in Use”
25/10/2013, 12:36

CASERTA - E’ toccato al sindaco Pio Del Gaudio ed al presidente della Provincia Domenico Zinzi inaugurare la campagna “Born in United States of Europe”, organizzata dal Demyc (Democrat Youth Community of Europe), ovvero l’organizzazione europea dei movimenti giovanili di centrodestra, di cui è presidente il casertano Antonio De Lucia. La presentazione è stata ospitata presso l’auditorium di Caserta del Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” della Seconda Università degli Studi di Napoli. All’incontro, moderato dal giornalista Nando Santonastaso, sono intervenuti, tra gli altri, il direttore del Dipartimento di Scienze Politiche della Sun Gianmaria Piccinelli, l’onorevole Carlo Sarro e gli europarlamentari Aldo Patriciello e Giuseppe Gargani; in collegamento, via skype, l’onorevole Lara Comi. “Il Demyc è una Ong europea nata nel 1965 alla quale afferiscono tutte le organizzazioni giovanili dei vari paesi aderenti all’Unione Europea” ha esordito il presidente De Lucia nel presentare la campagna “Born in Use” che parte da Caserta e toccherà tutti i paesi dell’Ue dove, presso Università e Fondazioni, saranno tenuti convegni e seminari allo scopo di contribuire a creare una nuova consapevolezza del valore dell’Europa Unita, soprattutto tra le nuove generazioni. La campagna, che sarà arricchita anche da pubblicazioni e ricerche prodotte dai docenti universitari coinvolti, si concluderà a Bruxelles ai primi di marzo. “In questo momento in cui l’Unione Europea sta vivendo una grave crisi di identità e di prospettiva, - ha concluso De Lucia - la campagna “Born in Use” acquisisce un’importanza particolare al fine di rilanciare l’obiettivo dell’unità politica del continente ed è motivo di orgoglio mio personale cominciare questo percorso proprio da Caserta, mia città natale”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©