Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Assente la Carfagna, che interviene però telefonicamente

Caserta, il Pdl apre ufficialmente la campagna elettorale

Caldoro entra da porta di servizio e dribbla protesta Astir

.

Caserta, il Pdl apre ufficialmente la campagna elettorale
08/02/2013, 11:05

CASERTA - Una convention per ribadire la “centralità del partito” e “del territorio casertano” nel processo di ricostruzione del Pdl. E’ questo il senso dell’iniziativa promossa al Grand Hotel Vanvitelli di San Marco Evangelista dal presidente del consiglio regionale, Paolo Romano. Convention che abbraccia spezzoni del Pdl, ampie componenti socialiste, esponenti di Grande Sud e soprattutto di quella galassia di “cespugli” che, fino a qualche anno fa, il Pdl riusciva ad includere in occasione delle tornate elettorali. Una convention, presieduta dal coordinatore regionale Francesco Nitto Palma, alla quale non ha voluto mancare il governatore Stefano Caldoro, che, complice una protesta dei dipendenti dell’Astir, entra da una porta di servizio e dribbla i giornalisti, salvo poi concedersi alla fine dei lavori, quando gli animi saranno stati sedati dalle forze di polizia. Assente Mara Carfagna, trattenuta a Salerno da un’influenza, che interviene, però, telefonicamente; il tempo di annunciare che in Campania il centrosinistra è avanti di appena lo 0,5% sul centrodestra. “Siamo ad un passo dalla vittoria” esclama; e la sala, quindi, si galvanizza. Il convitato di pietra è Nicola Cosentino, escluso alla vigilia della presentazione delle liste. Lo citano tutti, a cominciare proprio da Paolo Romano che ricorda “pur avendo avuto negli ultimi tempi divergenze di vedute sul piano politico, sul piano umano e amicale gli sono sempre stato vicino e mi spiace che qualcuno abbia voluto strumentalizzare il mio stato d’animo nei suoi confronti”. Pace ritrovata anche tra Nitto Palma e Caldoro, dopo le tensioni delle ultime settimane. “Sull’impegno diretto di Caldoro in campagna elettorale nessuno poteva avere dubbi, tantomeno noi” dichiara Nitto Palma. Al quale fa eco lo stesso Caldoro: “Il Pdl è un partito guida con leader Berlusconi e noi lo sosteniamo con determinazione. Ci sono poi gli altri partiti della coalizione che pure vanno sostenuti perché il loro successo concorre alla vittoria finale”. “L’impressione in questo primo giorno di campagna elettorale in Campania ci induce all’ottimismo: nella Regione, e anche in provincia di Caserta, sarà il Pdl a prendere il premio di maggioranza” conclude dal palco il presidente Romano.  

 

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©