Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Caserta, Maietta sui doppi incarichi


Caserta, Maietta sui doppi incarichi
03/02/2011, 17:02

“Non ci si può dimenticare del passato e di colpo diventare fustigatore del malcostume politico. I doppi incarichi sono immorali? Provi Angelo Polverino a spiegare alla cittadinanza che cosa significa ricoprire i doppi incarichi. Lui è un esperto del doppio incarico della politica. Doppio incarico, doppio stipendio. La sua brillante carriera politica è costernata dai doppi incarichi. Doppio incarico quando era contemporaneamente Consigliere Comunale di Caserta e Consigliere Provinciale, con delega alla Polizia Provinciale. Doppio incarico quando fu eletto per la prima volta al Consiglio Regionale: Consigliere Regionale e Consigliere Comunale allo stesso tempo. Proprio da lui non accettiamo lezioni di moralità, soprattutto in un momento di crisi dei valori, della politica e delle lezioni di buonsenso, ammantate da un candore che dovrebbe soltanto far vergognare i falsi moralisti alla Angelo Polverino. Quell’Angelo Polverino che, invece di fare le pulci e suonare musica per le orecchie dell’on. Nicola Cosentino, dovrebbe pronunciarsi sui frigobar, sugli iPad, sul computer a scelta che la Regione regala ai Consiglieri Regionali come Angelo Polverino, che ringraziano e incassano. E poi, i telepass, le viacard, i due tesserini di riconoscimento, di cui uno in pelle. Ma non è finita: gli uffici di superlusso, le poltrone e gli arredi di prima scelta, e un completo in pelle per lo scrittoio. Senza dimenticare l’auto blu e l’autista per i Presidenti di Commissione. Lui che è Presidente della più importante Commissione, perché non fa niente per abbattere un costo complessivo di mezzo milione di euro, che va a finire come benefit di lusso nelle tasche dei Consiglieri?”. I toni, particolarmente duri, usati da Giovanna Maietta dell’Associazione Caserta Bene Comune all’indirizzo del Consigliere Regionale Angelo Polverino, accendono ancora di più il dibattito sulla legge che dovrebbe consentire ai deputati regionali di candidarsi come sindaci e fortemente contrastata dall’On. Angelo Polverino e dall’On. Nicola Cosentino. “Angelo Polverino non può parlare di moralità, dopo aver fatto una campagna elettorale per la delocalizzazione delle cave per poi rimangiarsi tutto. Non è più credibile. Ed anche in questa circostanza – continua Giovanna Maietta - ha dimostrato la sua ambiguità. Parla a vanvera sui doppi incarichi alla Regione. I suoi amici della Regione pure sono assuefatti al doppio incarico. Marcello Tagliatatela, assessore all’Urbanistica e amico di componente di Angelo Polverino, per quanto tempo è stato assessore e contemporaneamente deputato. Giovanni Romano, assessore all’Ambiente e amico di Alemanno, è ancora Sindaco di Mercato San Severino? A distanza di quanto tempo il dimissionario Assessore alle Attività produttive, Sergio Vetrella, si è dimesso da senatore? E Angelo Polverino – conclude Giovanna Maietta - ha pure il coraggio di dire che la sua è una battaglia perché non ci si può candidare a tutto. E poi il colmo: dice che con i voti riportati a Caserta, potrebbe candidarsi a Sindaco e non lo fa, perchè è Consigliere Regionale. Se era veramente interessato, avrebbe fatto la battaglia in direzione opposta. Meno chiacchiere, meno autisti, meno benefit, Consigliere Polverino, e più sincerità. Affronti i problemi, On. Polverino, piuttosto che sbandierare il suo puritanesimo”.

Giovanna Maietta
Presidente Associazione CasertaBeneComune

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©