Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Allerta per prevenire incendi e monitorare arterie stradali

Caserta, operazione Ferragosto Sicuro: vertice in Prefettura

Monitorati speciali i luoghi di maggiore afflusso turistico

.

Caserta, operazione Ferragosto Sicuro: vertice in Prefettura
09/08/2013, 11:04

CASERTA - Nel corso della riunione settimanale di coordinamento delle Forze di Polizia, presieduta dal prefetto Carmela Pagano, sono state verificate e potenziate, in vista della ricorrenza del Ferragosto, solitamente caratterizzata da aumento di affluenza turistica, le misure a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in provincia di Caserta. E’ stato, innanzitutto, valutato positivamente l’impatto delle misure predisposte dallo scorso mese di luglio dal Comitato operativo per la viabilità, consistenti, in particolare, nella pianificazione dei dispositivi di controllo a fini di sicurezza stradale, fissi e mobili, lungo i tratti autostradali della A1 e della A30 e le principali arterie statali e provinciali, nonché nel potenziamento dei dispositivi lungo il litorale domitio, nelle fasce orarie più critiche ed in occasione dei fine settimana, con il coinvolgimento dei corpi di polizia municipale e provinciale. Le Forze dell’ordine, inoltre, sensibilizzeranno e incrementeranno le attività di prevenzione anticrimine e i servizi di controllo del territorio, nelle aree maggiormente interessate da afflussi turistici, con particolare riguardo ai luoghi d’arte e di villeggiatura, effettuando altresì mirati servizi rivolti alla prevenzione dei reati, soprattutto di quelli predatori per i quali vengono richiamati anche i consigli per l’utenza rinvenibili sul sito Web della Polizia di Stato. E’ stato, altresì, verificato il sistema di prevenzione e contrasto agli incendi boschivi e di interfaccia, su cui anche i sindaci e gli stessi corpi di polizia locale sono stati, peraltro, già sensibilizzati con particolare riguardo all’approntamento e aggiornamento delle procedure di allertamento e informazione alla popolazione, come pure alla stretta osservanza dei dispositivi di prevenzione e contrasto dei roghi di rifiuti, sulla base dell’attività di coordinamento del delegato dal Ministero dell’Interno e delle recenti iniziative, come la sottoscrizione del Patto per la Terra dei Fuochi.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©