Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Sopralluogo al cantiere di Rossi, Del Gaudio e Zinzi

Caserta, Policlinico: ripresi i lavori. Consegna nel 2015

500 posti letto e strutture per la didattica e la ricerca

.

Caserta, Policlinico: ripresi i lavori. Consegna nel 2015
29/03/2013, 10:29

CASERTA - Centotredici milioni di euro stanziati per completare il Policlinico di Caserta che sorgerà su di un’area di 250mila metri quadrati e avrà un volume di mezzo milione di metri cubi. I lavori, dopo tre anni di blocco, dovuto al cambiamento della ditta appaltatrice e a vari freni di natura burocratica, sono ripartiti in maniera spedita. E non più tardi di ieri c’è stato un sopralluogo al cantiere da parte del rettore della Seconda Università di Napoli, Francesco Rossi, in compagnia dei titolari dell’impresa costruttrice, Raffaele e Giuseppe Irace, del sindaco, Pio del Gaudio, e del presidente della Provincia, Domenico Zinzi. I lavori con la nuova ditta sono appena iniziati: 50 gli operai presenti nel cantiere, dopo una pausa dovuta anche alle proteste degli operai della precedente società appaltatrice rimasti senza lavoro. “Siamo soddisfatti - dice Rossi - i lavori per il completamento di tutto il progetto sono circa al 25/ 30% rispetto la sua realizzazione, ma strutturalmente possiamo dire che la fase è avanzata, intorno al 70%”. Entro il 29 dicembre del 2015 l’impresa appaltatrice dovrà consegnare il cantiere. Il policlinico, che avrà accanto alla struttura di ricovero e cura anche una zona dedicata alla didattica e alla ricerca, sarà provvisto di 500 posti letto. In questa struttura si formeranno i nuovi medici e gli infermieri. Già oggi la facoltà di Medicina a Caserta della Sun vanta circa 6mila studenti. “La città tifa per la creazione del policlinico, non sarà una cattedrale nel deserto”, assicura Del Gaudio. Il 12 e il 13 aprile scadranno i termini per la presentazione delle offerte per le gare per la costruzione di infrastrutture, soprattutto delle reti stradali, e grazie anche alla collaborazione della Regione, partirà anche la bonifica di alcune aree vicine. “Massima la garanzia sulla limpidezza delle gare di appalto, dovuta anche a un aiuto della Prefettura in seguito al protocollo, siglato dal Comune, con la stazione unica appaltante”, aggiunge il sindaco. “Ero assessore regionale quando venne stipulato il finanziamento di 400 miliardi di lire - ricorda Zinzi - ora ci aspettiamo le risposte dall’Università. Come Provincia, siamo vicini a questa iniziativa”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©