Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Solidarietà dai rappresentanti sindacali di Caserta Ambiente

Caserta: raid contro la sede provinciale della Confederazione CISAS

Distrutta la cassetta postale

Caserta: raid contro la sede provinciale della Confederazione CISAS
27/12/2010, 21:12

A seguito del nuovo Raid contro la sede provinciale della Confederazione CISAS di Caserta, si è riunita di urgenza, sempre presso la sede della Segreteria Confederale, la Rappresentanza Sindacale Aziendale CISAS, operante presso il cantiere di Caserta della Società Caserta Ambiente.

I Rappresentanti sindacali aziendali, constatato il nuovo Raid contro la sede della Cisas con la distruzione della Cassetta Postale della Cisas, che si stà battendo per la tutela dei lavoratori, onesti e responsabili, di Caserta Ambiente, esprimono la loro piena Solidarietà alla Organizzazione Sindacale Cisas ed al Segretario Confederale, Mario De Florio, che ringraziano per il suo costante e pieno impegno a favore della categoria e contro ogni affarismo ed illegalità, proprio mentre gli altri Sindacati continuano stranamente a tacere, specie sulle assunzioni clientelari.

I Rappresentanti sindacali CISAS, presso Caserta Ambiente, denunziano che alcuni esponenti del Cantiere di Caserta continuano nelle attività di Repressione, Clientelismo e Favoritismo con palese violazione delle norme contrattuali e delle relazioni sindacali, ad incominciare dalla mancata informativa, pur chiesta e sollecitata, come anche più volte denunciato.

Il tutto senza che i dirigenti romani della Società intervengano per riportare ordine e legalità, come promesso e come desiderato dalla stragrande parte dei dipendenti.

I Rappresentanti sindacali si impegneranno, ancora di più, nell’attività aziendale di tutela dei lavoratori responsabili e seri, costretti a lavorare anche per conto di tanti altri dipendenti, presenti solo sulla carta e non fisicamente al lavoro, creando così un danno anche di immagine, oltre che economico, all’Azienda ed alla città tutta, atteso che sui cittadini casertani grava il peso della Tarsu, mentre personaggi e dipendenti della Società hanno stipendi personalizzati o svolgono, contemporaneamente, altre attività a titolo del tutto personale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©