Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Un altro elemento marmoreo ha rischiato di venire giù

Caserta, Reggia a rischio crolli: l’ira di Consoli

Transennata l’area antistante la facciata, nell’area nord

.

Caserta, Reggia a rischio crolli: l’ira di Consoli
30/05/2013, 12:50

CASERTA - Un elemento marmoreo lesionato della facciata della Reggia di Caserta, nella zona nord, stava per staccarsi, ma la chiamata al 115 di una dipendente della Scuola Superiore della Pubblica amministrazione ha evitato il peggio. Immediatamente l’intera zona del parco reale, antistante la facciata della Reggia, è stata transennata dai vigili del fuoco accorsi sul posto nel giro di pochi minuti. La zona si trova lungo il sentiero utilizzato dai turisti per uscire dalla Reggia, nel parco del Palazzo. Tra l’altro l’area della facciata nord era stata oggetto di un’operazione di restauro qualche anno fa. Lo si apprende dalla sovrintendenza ai beni paesaggistici e culturali delle province di Caserta e Benevento. L’episodio, ironia della sorte, si è verificato all’indomani della visita ispettiva alla Reggia, da parte di una delegazione di consiglieri regionali, guidati dal presidente Paolo Romano. Delegazione della quale faceva parte anche l’onorevole Angelo Consoli, che si dice doppiamente amareggiato: “Vuoi per la mancanza di fondi ministeriali, vuoi per la mancanza di idee riscontrata circa il recupero e la valorizzazione del monumento, patrimonio dell’Unesco, che potrebbe e dovrebbe rappresentare un volano per l’economia dell’intera provincia di Caserta, oltre che della Regione Campania”. Ad accogliere la delegazione la soprintendente ai beni culturali delle Province di Caserta e Benevento ed il direttore regionale per i beni culturali e paesaggistici della Campania. Al termine della visita il presidente del consiglio regionale, unitamente ai consiglieri presenti, ha stabilito che presto sarà convocato “un tavolo istituzionale” e successivamente si terrà “un consiglio regionale ad hoc a Caserta per portare all’attenzione dell’aula misure utili alla tutela della Reggia”. Spiega all’Adnkronos il presidente Romano: “Al di là della manutenzione ordinaria, la cosa più importante è rappresentata dal rilancio dell'immagine della Reggia e con essa l'immagine di Caserta. Sono certo che il dialogo diretto tra soprintendenza e regione Campania per quanto di nostra competenza potrà dare nuovi frutti”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©