Provincia / Caserta

Commenta Stampa

E stasera ad Orta di Atella arriva l’ex premier D’Alema

Caserta, Renzi infiamma il popolo dei “rottamatori”

Entra nel vivo la campagna elettorale per le primarie Pd

.

Caserta, Renzi infiamma il popolo dei “rottamatori”
15/10/2012, 10:54

CASERTA - Con novanta di minuti di ritardo circa, rispetto alla tabella di marcia, è arrivato al Teatro Comunale di Caserta dove, ad attenderlo, c’era il popolo dei “rottamatori”. E non solo, considerando che in sala, ad ascoltare il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, oltre ai tanti delusi del Partito Democratico e del centrosinistra, ed ai simpatizzanti dello “stil novo”, c’erano diversi rappresentanti di altri partiti, ivi compresi quelli della coalizione di centrodestra. A fare gli onori di casa Carlo Marino, consigliere di opposizione al Comune di Caserta e già candidato sindaco, che ha accolto Renzi in piazza Margherita, dove quest’ultimo è giunto a bordo del suo camper. Il candidato alle primarie del Pd, con passo svelto, ha attraverso a piedi via Mazzini, per giungere al Comunale dove ad aspettarlo, in segno di cortesia, c’era anche il sindaco di Caserta Pio Del Gaudio. Un vero e proprio fiume in piena Renzi che, dal palco del teatro, rivolgendosi alla classe politica del centrosinistra, ha tuonato: “Avete cambiato più volte simbolo (la Quercia, la Margherita, l’Ulivo) ed avete deforestato mezzo Paese, ma siete sempre le stesse facce. Rottamare non significa cambiare facce, ma cambiare stile”. E rincarando la dose, Renzi dal palco ha aggiunto: “E’ vero ciò che dice Bersani, ovvero che senza radici non crescono foglie nuove, ma bisogna avere il coraggio di non dimenticare che, per far spuntare foglie nuove, è necessario potare i rami secchi perché ammazzano l’albero”. Su un punto il sindaco di Firenze è stato chiarissimo: “Se non vinco queste primarie, mi metterò a disposizione del partito, ma potremmo anche vincerla questa battaglia. Se questo accadrà, caro D’Alema, non finirà il centrosinistra, ma la tua carriera politica”. Il riferimento di Renzi a D’Alema è voluto, considerando che quest’ultimo, stasera, sarà in provincia di Caserta a sostegno della mozione di Bersani. L’appuntamento è al Castello di Casapozzano, di Orta di Atella, per l’iniziativa dal titolo: “Verso le primarie: Mezzogiorno, Giovani e Lavoro”; iniziativa che vedrà a confronto due generazioni, due modi di concepire l'impegno politico “nel comune intento di dare una possibilità al proprio Paese”, anticipa il segretario provinciale Dario Abbate.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©