Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Due i nuovi gruppi costituiti: Mpa e Indipendenti

Caserta, si va verso il primo rimpasto al Comune

E il nuovo Psi chiede la testa dell’assessore Ucciero

.

Caserta, si va verso il primo rimpasto al Comune
13/10/2012, 11:06

CASERTA - La nuova geografia politica che si è andata delineando in seno al consiglio comunale di Caserta, lascia intendere che a breve ci sarà un rimpasto nella giunta capitanata da Pio Del Gaudio. Il colpo di scena è arrivato durante i lavori dell’assise cittadina, chiamata a discutere della richiesta avanzata dal cementificio Moccia, di stoccare ossia all’interno del piazzale materiale cavato e mai rivenduto. Biagio Esposito, eletto nella lista Forza del Sud, Antonello Acconcia e Luigi Del Rosso, quest’ultimi due eletti nella lista del Pdl, hanno deciso di dar vita al “gruppo indipendente”. La decisione, per la verità, era nell’aria da tempo, da quando i tre consiglieri comunali avevano deciso di autosospendersi dai rispettivi partiti di appartenenza. E’ evidente che l’obiettivo dei tre consiglieri era, ed è, quello di far valere, nell’ambito della maggioranza, il proprio peso politico e di ottenere la giusta rappresentanza in seno all’esecutivo. E considerando che, in occasione delle ultime sedute di consiglio comunale, i tre indipendenti non hanno votato le delibere dell’amministrazione Del Gaudio per rimarcare la propria condizione di insofferenza politica, appare altresì chiaro che, se non dovessero essere accolte le loro istanze di visibilità, potrebbero traslocare armi e bagagli tra i banchi dell’opposizione. E se a ciò aggiungiamo i “mal di pancia” del gruppo nuovo Psi, che è tornato a chiedere la testa dell’assessore all’Urbanistica ed ai Grandi Eventi, Teresa Ucciero, allora la situazione diventa più ingarbugliata per la tenuta complessiva della maggioranza. Ma il consiglio comunale di ieri è stato caratterizzato anche dall’annuncio della costituzione di un altro gruppo politico, quello dell’Mpa, che si è arricchito grazie all’adesione di Massimiliano Palmiero, eletto nella lista del Pdl. Potendo contare sulla new entry Palmiero e su Massimiliano Marzo, appare scontato che anche l’Mpa rivendicherà la giusta visibilità in seno alla giunta. Tempi duri per il sindaco Del Gaudio che, a questo punto, dovrà sacrificare qualche assessore in carica, per dare spazio ai nuovi gruppi di maggioranza che si sono andati costituendo a distanza di un anno e mezzo dal suo insediamento al Comune, onde evitare di arrivare in aula senza i numeri necessari per poter andare avanti.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©